fbpx
-17.6 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023

Sciopero benzinai, gestori al Ministero.

Palazzo Chigi punta a revoca: proposte sanzioni meno dure

Must read

Il Ministero delle Imprese e del made in Italy ha incontrato i gestori dei carburanti a poche ore dall’inizio dello sciopero della categoria su strade e autostrade.

Finora le associazioni di categoria hanno confermato lo stop, nonostante l’appello del ministro Urso che ne chiedeva la revoca definendolo “un danno per i cittadini”.

Si fermano per 48 ore le stazioni di servizio, compresi i self service: ecco tutto quello che c’è da sapere

Il Ministero delle Imprese e del made in Italy ha incontrato i gestori dei carburanti a poche ore dall’inizio dello sciopero della categoria su strade e autostrade, come ultimo tentativo per bloccare la protesta. 

Proposte sanzioni meno dure di quelle previste nel decreto trasparenza per punire i gestori che violano le norme sulla pubblicità dei prezzi.

La Risposta dei Benzinai

“Al ministro abbiamo avanzato proposte concrete, le valorizzi – prosegue la nota – senza scaricare la responsabilità delle sue esclusive scelte sulla pelle dei benzinai ed eviti di evocare compiacenti pseudo associazioni di carattere personalistiche che non hanno alcuna rappresentanza”.

“Le organizzazioni di categoria hanno sempre sostenuto la necessità di un confronto aperto fino all’ultimo minuto utile prima dello sciopero che era e rimane confermato.

Le dichiarazioni del ministro Urso rischiano seriamente di chiudere ogni residua possibilità di concludere positivamente la vertenza in atto.

Intervenga Palazzo Chigi e dia un segnale sull’intera vertenza” conclude.

- Advertisement -spot_img

More articles

Rispondi

- Advertisement -spot_img

Latest article

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: