fbpx
-17.6 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023

Amor Proprio , le fondamenta del benessere psicologico

Autoaccettazione. Nella consapevolezza dei propri punti di forza e dei propri punti deboli, l’autoaccettazione è quella capacità che permette di perdonarsi e fare bene i conti con i propri limiti, abbracciandoli e rispettandoli, piuttosto che rifiutarli e sfidarli.

Must read

Dottoressa Otiaky Chong

La mancanza di amor proprio è alla base della maggior parte dei malesseri psicologici.

È un po’ come quando una casa non ha fondamenta solide, e non è così robusta da resistere agli impetuosi fenomeni della natura, basta poco subire danni o addirittura crollare.

Porta ad assumere comportamenti disfunzionali e non adattivi, a fare ragionamenti non congrui, a prendere decisioni in modo scorretto, a fare scelte sbagliate.

Ciò perché la mancanza di amor proprio è talmente intollerabile per una persona, visto che è la mancanza delle fondamenta del proprio benessere psicologico, che spinge a colmare questa mancanza in ogni modo.

Persino al costo di comportamenti, atteggiamenti e ragionamenti totalmente fasulli: cercando sempre di dimostrare qualcosa agli altri, ricercando sempre la loro approvazione, aspettandosi sempre qualcosa dagli altri, rendendosi sempre tanto disponibili per poi ricevere in cambio un pugno di mosche e, soprattutto, rivolgendo il proprio sguardo sempre agli altri senza mai riservare neanche una sbirciatina a se stessi.

In altre parole, trasformando la propria vita quotidiana in un deserto desolato e le proprie relazioni interpersonali in aperti campi di battaglia.

L’amor proprio è un sentimento che si coltiva e custodisce assumendo atteggiamenti amorevoli nei propri riguardi, e questi atteggiamenti sono i seguenti:

  1. Auto-conoscenza.
  2. La capacità di rivolgere uno sguardo a se stessi, incuriosendosi a scoprirsi e a conoscersi, cercando di capire chi siamo, quali sono le nostre priorità, i nostri valori, le nostre attitudini, capacità e virtù, ma anche i nostri punti deboli e i nostri limiti.
  3. Autostima.
  4.  La capacità di valutare e apprezzare se stessi, riconoscendo le proprie risorse, virtù e meriti.
  5. La capacità di apprezzarsi e congratularsi con se stessi.
  6. L’autostima è un processo che parte dal riservarsi uno spazio per osservarsi e valutarsi, per giungere al riconoscersi come una persona apprezzabile e dotata di risorse di valore.
  7. Autonomia.
  8. La capacità di essere indipendenti, di autodirezionarsi e autodeterminarsi, riconoscendo in sé dei punti di forza sui quali poter contare per cavarsela da soli.
  9. La capacità di essere coraggiosi nel fare scelte consone alla propria persona piuttosto che farsi trascinare o traviare dalle pressioni esterne.
  10. L’autonomia è l’atteggiamento che permette di fidarsi e affidarsi al proprio mondo interno più che a quello esterno, quel mondo interno che garantisce di imboccare e mantenere la rotta della coerenza con se stessi e la propria natura.
  11. Autoaccettazione. Nella consapevolezza dei propri punti di forza e dei propri punti deboli, l’autoaccettazione è quella capacità che permette di perdonarsi e fare bene i conti con i propri limiti, abbracciandoli e rispettandoli, piuttosto che rifiutarli e sfidarli.
  12. Si tratta di un atteggiamento basilare per costruire l’amor proprio, richiede un grande coraggio sapersi perdonare per non essere perfetti e volersi bene nonostante i propri difetti.
  13. Autocompassione. Questa capacità rappresenta il coraggio di sapersi perdonare per gli errori fatti ma anche per i difetti posseduti, per non essere perfetti ma imperfetti.
  14. È l’umiltà di smettere di giudicarsi e rimproverarsi per regalarsi l’opportunità di meritare un’altra chance per poter crescere e migliorare.
  15. È la valorizzazione dei propri pregi a discapito dei difetti, sicuramente riconosciuti, ma accettati e perdonati.

Tante sono le teorie psicologiche che considerano l’autostima una capacità importante per il proprio benessere psicologico.

Per autostima si intende quell’insieme di valutazioni e di giudizi che ciascuno dà di se stesso, e in questo concetto vengono individuati tre elementi che ritornano spesso nelle diverse definizioni (Bascelli, 2008):

  • La presenza nell’individuo di un sistema che consente di auto-osservarsi e quindi di auto-conoscersi.
  • L’aspetto valutativo che permette un giudizio generale di se stessi.
  • L’aspetto affettivo che permette di valutare e considerare in modo positivo o negativo gli elementi descrittivi.

Per costruire e alimentare una buona stima di sé sono stati individuati degli elementi essenziali per accrescere la propria autostima è necessario migliorare e incrementare le seguenti abilità:

  • Il problem-solving interpersonale: incrementare le proprie capacità di affrontare e risolvere i problemi.
  • Il dialogo interno: ricordare di parlare a se stessi con termini positivi, inviando a se stessi affermazioni positive.
  • Lo stile attribuzionale: attribuire a se stessi il merito dei propri successi, mentre per gli insuccessi valutare realisticamente se è possibile rimediare o in caso contrario rimediare al cattivo stato d’animo.
  • L’autocontrollo: incrementare e rafforzare le strategie per mantenere il controllo di fronte a situazioni difficili.
  • La modificazione degli standard cognitivi: porsi obiettivi concreti, ovvero definiti in termini pratici e comportamentali, valutando i costi, i benefici e la possibilità di riuscita, e non standard troppo alti e non concretamente definiti.
  • Le abilità di comunicazione: incrementare le proprie abilità comunicative migliorando la capacità di ascolto, di comprendere i punti di vista differenti, di cooperare e di condividere con gli altri, di concludere le interazioni interpersonali senza conflitto.

Ecco il pensiero del maestro di saggezza Omar Falworth che credo racconti molto bene l’importanza di amarsi, di essere un buon compagno per se stessi:

“RICORDATI CHE OGGI INCONTRERAI UNO STOLTO CHE METTERÀ A DURA PROVA LA TUA BONTÀ E LA TUA PAZIENZA, UN MALDICENTE CHE SPARLERÀ DI TE, UN FURBO CHE CERCHERÀ DI USARTI, UN PRESUNTUOSO CHE PRETENDERÀ DI AVER RAGIONE AD OGNI COSTO, UN PREPOTENTE CHE CERCHERÀ DI SOPRAFFARTI, UN IRACONDO CHE TI TRASMETTERÀ RABBIA. MA TU NON TI LASCERAI TURBARE PIÙ DI TANTO, PERCHÉ SARAI IN COMPAGNIA DI UN MODERATO CHE FRENERÀ LE TUE REAZIONI, UN BUONO CHE TRAMUTERÀ IN BENE TUTTO IL MALE CHE RICEVERAI, UN SAGGIO CHE TI GUIDERÀ SULLA RETTA VIA E TI FARÀ PRENDERE DELLE BUONE DECISIONI, … OVVERO SARAI IN COMPAGNIA DI TE STESSO”.

dottoressachong@gmail.com
- Advertisement -spot_img

More articles

Rispondi

- Advertisement -spot_img

Latest article

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: