fbpx
-17.6 C
Rome
venerdì, Febbraio 3, 2023

L’ipnosi come metodo naturale per favorire l’attivazione di processi di autoguarigione.

La psicoterapia ipnotica mira innanzitutto a rinforzare l’Io del paziente, la struttura di base dell’individuo che nella tradizione psicanalitica funge da mediatore fra l’Es e il Super-Io e che, attraverso un adeguato “esame di realtà”, permette un’equilibrata interazione con l’ambiente esterno.

Must read

Dottoressa Chong Otiaky

Che cos’è l’ipnosi?
È una terapia psicologica molto breve in grado di accedere immediatamente a quel serbatoio di conoscenze, esperienze e informazioni chiamato “inconscio”, capace di creare infinite combinazioni per risolvere problemi di tipo psicologico:

Ansia generalizzata
Fobie
Ansia da palcoscenico
Gestione dello stress
Disturbi dell’umore
Dipendenza da tabagismo
Alcool e droghe
Disturbi dell’alimentazione
Problemi relazionali
Paura di prendere l’aereo
L’ipnosi viene anche impiegata per trovare una soluzione a problemi fisici come:

Gestione del dolore oncologico: per il sostegno psicologico, eliminare gli effetti collaterali delle terapie quali la nausea, il vomito, l’eccessiva stanchez­za e la gestione delle diverse emozioni negative, mal di testa, dolore cronico, patologie autoimmuni;

Disturbi psicosomatici come:

disturbi sessuali,

gastrite,

problemi dermatologici,

fibromialgia,

stanchezza cronica,

colon irritabile,

alopecia;

Aumentare la concentrazione per potenziare la performance in campo agonistico.

Da molti anni, grazie all’opera di Milton Erickson psichiatra e psicoterapeuta statunitense del Novecento, l’ipnosi viene utilizzata in campo clinico per cura­re patologie riconducibili a più cause e i risulta­ti scientifici ne dimostrano l’efficacia.

Pur compiendo operazioni complesse, siamo capaci di allontanarci profondamente con il pensiero da ciò che in un determinato momento sta accadendo.

A tutti è capitato di chiedersi, guidando la mac­china, se il semaforo appena superato fosse verde oppure rosso; così come aver avuto la sensazione che il tempo sia volato mentre passeggiavamo al mare catturati dal meraviglioso paesaggio nel quale eravamo immersi.

È così che spontaneamente ha luogo la trance, un fenomeno naturale utilizzabi­le a scopo terapeutico.

L’ipnotista sfrutta proprio questa possibilità insita alla mente umana, la quale vi ricorre ciclicamente più volte durante l’arco della giornata per recuperare le proprie risorse energetiche.

Secondo questa affermazione si evince che tutti siamo ipnotizzabili a patto che vi sia una motivazione profonda diversamente, l’ipnoterapeuta non ha alcun potere sulla persona, inoltre non è detto che si perde il controllo o non si ricordi nulla dell’esperienza ipnotica.

Quali vantaggi si possono ottenere dall’ipnosi?
L’ipnosi o meglio il fenomeno ‘trance’ lo si può definire uno stato alterato di coscienza.

Si ottengono vantaggi nella prestazione sportivi per chi vuole raggiungere la massima concentrazione, il primo allenamento parte dal nostro atteggiamento mentale, così come per ogni situazione; si utilizza per aumentare le proprie potenzialità psicofisiche, sostenere lo stress in vista di competizioni importanti.

È utile agli imprenditori che devono fare chiarezza mentale prima di effettuare scelte strategiche importanti.

È utilizzata nel controllo delle emozioni per aumentare le capacità di self control in situazioni ad elevato stress.

La psicoterapia ipnotica mira innanzitutto a rinforzare l’Io del paziente, la struttura di base dell’individuo che nella tradizione psicanalitica funge da mediatore fra l’Es e il Super-Io e che, attraverso un adeguato “esame di realtà”, permette un’equilibrata interazione con l’ambiente esterno.

Ciò determina, nel paziente, la visione di nuove prospettive nella propria realtà e un innalzamento dell’autostima come conseguenza della maggior consapevolezza nelle proprie risorse e potenzialità, talvolta solo dimenticate.

 

- Advertisement -spot_img

More articles

Rispondi

- Advertisement -spot_img

Latest article

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: