fbpx
2.8 C
Rome
mercoledì, Febbraio 8, 2023

I grandi paesi dell’UE cercano di salvare Orban dalle sanzioni

"Nei giorni scorsi sono entrate in vigore le sanzioni petrolifere di Bruxelles e quello che temevamo è realmente accaduto. D'ora in poi ci saranno sanzioni sui prezzi della benzina in tutta Europa", ha detto Orban su Facebook, aggiungendo che il suo governo reindirizzerà " profitti extra' guadagnati su prezzi più alti per il bilancio dello Stato.

Must read

In modo che smetta di porre il veto sul credito all’Ucraina

La scorsa settimana la Commissione ha ritenuto di mantenere il congelamento di 7,5 miliardi di recovery fund.

Ritenendo insufficienti i passi compiuti dall’Ungheria per soddisfare le sue richieste di indipendenza della magistratura e di lotta alla corruzione-

I grandi paesi della Unione Europea hanno deciso di dare una mano al governo nazional-populista dell’Ungheria per evitare che venga sanzionato per violazioni dello stato di diritto in quel Paese. 

I Ministri europei dell’Economia e delle Finanze ne hanno discusso a colazione

“Nei giorni scorsi sono entrate in vigore le sanzioni petrolifere di Bruxelles e quello che temevamo è realmente accaduto.

D’ora in poi ci saranno sanzioni sui prezzi della benzina in tutta Europa”, ha detto Orban su Facebook, aggiungendo che il suo governo reindirizzerà ” profitti extra’ guadagnati su prezzi più alti per il bilancio dello Stato.

Con il governo di Orban che continua a contrattare con l’UE sulle condizioni dello stato di diritto associate a miliardi di euro di fondi di recupero, la banca centrale sta bruciando le sue riserve internazionali per allentare la pressione sul fiorino dovuto alle crescenti bollette di importazione di energia dell’Ungheria.

Mujtaba Rahman di Eurasia Group ha osservato che le preoccupazioni per la disputa con Bruxelles hanno spinto la valuta al minimo storico in ottobre.

“Il mancato raggiungimento di un accordo spingerebbe sicuramente il fiorino anche oltre questo minimo precedente, con un conseguente impatto negativo sull’inflazione data la dipendenza dell’Ungheria dalle importazioni di gas, petrolio e altre materie prime”, ha affermato.

- Advertisement -spot_img

More articles

Rispondi

- Advertisement -spot_img

Latest article

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: