-0.1 C
Rome
domenica, Dicembre 4, 2022

CENTRALE DEL LATTE, SANTORI (LEGA): “CAMPIDOGLIO CONVOCA RIUNIONE CON I SINDACATI, SUBITO RILANCIO DELL’AZIENDA

La società, oggi controllata dal gruppo francese Lactalis, ha scelto di riconsegnare le azioni a Roma Capitale. L'allarme dei sindacati sul futuro di 162 lavoratori e 1200 persone dell'indotto

Must read

“Il Campidoglio convoca solo nel pomeriggio di oggi la riunione chiesta da tempo dai sindacati sul nuovo assetto della Centrale del latte di Roma, ma l’incontro appare solo un pretesto per di evitare lo sciopero che era stato indetto per domani.

Il momento è grave, la mancanza di un piano di recupero e rilancio dell’azienda porta con sé, oltre al dramma dei dipendenti e delle loro famiglie, anche il rischio della chiusura delle oltre 500 aziende romane e laziali che compongono l’indotto del settore.

L’amministrazione non agisce, non ha mai convocato su questo tema una Commissione bilancio, impedendo quindi ai consiglieri di Roma Capitale di partecipare al confronto.

All’interrogazione presentata dalla Lega già negli scorsi mesi, si era limitata a rispondere che era in attesa del verdetto della Cassazione sulla restituzione delle quote da parte di Parmalat.

Ma adesso che Parmalat ha restituito spontaneamente le sue quote senza attendere il giudizio della Corte, silenzio e inerzia non possono restare i soli segni che provengono dal Colle capitolino”.

Lo dichiara in una nota il capogruppo della Lega in Campidoglio Fabrizio Santori, a proposito della riunione indetta oggi tra amministrazione e sindacati sul nuovo assetto della Centrale del latte.

“Questo comportamento è inaccettabile, chiediamo di conoscere quali garanzie il sindaco Gualtieri e la giunta intendano offrire per realizzare una piena e rinnovata valorizzazione dell’azienda salvando tutti i posti di lavoro”, conclude Santori.

- Advertisement -spot_img

More articles

Rispondi

- Advertisement -spot_img

Latest article

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: