2.2 C
Rome
mercoledì, Novembre 30, 2022

REAZIONI AVVERSE DALLA “VACCINAZIONE” ANTICOVID19: L’ASSOCIAZIONE E.JENNER RACCONTA

Il massoterapia dell'associazione Edward Jenner racconta la sua esperienza

Must read

DenAngie
DenAngie
Dott.ssa in Giurisprudenza; Prof.ssa "Upsi" cattedre di "Criminologia Clinica" e "Psicologia Forense"; Criminologa; specializzata in "Medicina Legale", "Competenze e Servizi Giuridici in Sanità", "Criminologia Applicata e Psicologia Forense", "Scienze Assicurative" e "Mediazione Penale Minorile", tramite master di II livello dell'Università "Lumsa" & "Cattolica del Sacro Cuore", Roma. Scrittrice: autrice del libro "L'Arcano ed il Monstrum: tra folklore e psicopatologia".

Logo associazione no profit e pro veritate "EDWARD JENNER"In questi giorni si è a parlato molto dell’Associazione “EDWARD JENNER”, no profit e pro veritate, la quale si è fatta conoscere a livello Nazionale per le sue lotte, in tema di reazione avverse causate dalla “vaccinazione” antiCovid19, per il sostegno dimostrato ai suoi iscritti, davvero tanti, i quali sono stati dileggiati, derisi e spesso anche umiliati, quando raccontavano la loro storia.

Il suo team di grande valore, sia medico, sia legale, ha ‘portato avanti’ queste storie, ha dato ascolto, assistenza ed importanza a tutte quelle persone che ormai vivevano nel silenzio e nella sofferenza: questa volta, ringraziamo il Massoterapista (E.D.) dell’associazione, che ha descritto la sua esperienza.

“Ho trattato alcune persone che hanno avuto un danno dopo la vaccinazione Covid, tutte a livello massoterapico, utilizzando solo due tecniche, che secondo me erano le più adeguate al loro problema:

Shiatsu e Massaggio Mio fasciale.
Entrambe le tecniche di massaggio sono puntate alla distensione dei fasci muscolari, tramite manovre statiche di allungamento e digitopressione coadiuvate da alcune manovre di svivolamento pressorio.

Utilizzo queste tecniche, in questi casi, perchè ho sempre trovato i muscoli in situazioni di contrazione ‘non normale’, costante o ricorrente nel tempo, con anche situazioni di contrazione involontaria molto forte e rapida (cose che si riscontrano, ad esempio, nella fibromialgia).
Nel concreto mi ritrovavo in situazioni in cui avveniva una contrazione che provocava un movimento (per esempio una rotazione di anca, o flessione di ginocchio) del tutto involontaria alla persona trattata (ho anche rischiato di prendermi, quindi, calci nel viso).
Inoltre c’era una grande stanchezza generale, ovviamente anche dettata dalla parte emotiva dei soggetti, che si trovavano in una situazione nuova, non voluta, tramite una circuizione di volontà o ricatto necessario alla propria sopravvivenza lavorativa, di percorso professionale ed infine, anche personale.
Parlo, ad esempio, di una ragazza di 30 anni, che ha avuto una situazione davvero difficile da gestire.
Mi è capitato anche di trattare un ragazzo di 25 anni che faceva il canottista: ha dovuto smettere di praticare la sua passione, in quanto aveva troppo dolore nei movimenti dell’articolazione
scapolo-omerale. Anche qui la parte emotiva era forte, perchè questi problemi hanno imposto l’interruzione o la rinuncia a cose che si AMA fare.
Mi è capitato, inoltre, di vedere persone che avevano problematiche sulla flessione dorsale della caviglia, cose comunemente viste, purtroppo, anche da altri colleghi: può sembrare una ‘cosa
da poco’, ma senza la capacità del muscolo tibiale di flettere la caviglia, si rischia di inciampare facilmente mentre si cammina o mentre si fanno le scale, sia che che il movimento sia
limitato o semilimitato.
Tutti questi casi erano accompagnati da dolori e bruciori deboli o forti, dipendenti dal caso specifico, quasi tutti ricorrenti durante la giornata.
Infine ho osservato anche il caso in cui una signora che praticamente mai ha sofferto di labirintite: ho constatato che questi ultimi le erano aumentati in maniera esponenziale, avendoli, ora diverse volte a settimana.”

L’associazione EDWARD JENNER continua a lottare per dar voce a quei soggetti umiliati e dimenticati, per aver giustizia dopo due anni di soprusi!

Combatte per tutte quelle persone che da sane si sono ritrovate ad essere ammalate gravemente a causa di una “vaccinazione” obbligatoria, incostituzionale e non sicura!

Logo associazione no profit e pro veritate "EDWARD JENNER"

- Advertisement -spot_img

More articles

Rispondi

- Advertisement -spot_img

Latest article

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: