Una bomba a orologeria di TikTok

0
8

L’app di social media TikTok è uno spyware cinese che sta aiutando il nemico.

Abbiamo assistito, negli scorsi giorni, ad un massiccio ban di applicazioni in India.

Tra queste, infatti, trova spazio anche TikTok, che nella prima metà del 2020 ha totalizzato più di 600 milioni di download nel mondo

TikTok è stato a lungo una minaccia per il popolo americano e le agenzie di intelligence statunitensi.

L’app di condivisione video è gestita da 300 ex operatori dei media statali cinesi e ha legami diretti con il Partito Comunista Cinese (PCC).

Era un rischio per la sicurezza così ovvio che l’ex presidente Donald Trump ha cercato di vietarlo con un ordine esecutivo, che è stato poi ribaltato dal presidente Joe Biden, che ha conosciuto simpatie per la Cina .

TikTok viene utilizzato dalla sua società madre, ByteDance con sede a Pechino, per estrarre dati e raccogliere dati biometrici e di posizione. In altre parole, TikTok/ByteDance/Beijing spiano gli Stati Uniti e i suoi cittadini.ù

Ergo, il commissario della Federal Communications Commission (FCC) Brendan Carr ora ne chiede il divieto.

Carr crede che non ci sia “un mondo in cui potresti trovare una protezione sufficiente sui dati che potresti avere sufficiente fiducia che non stia tornando nelle mani del [Partito Comunista Cinese]”.

Carr, un repubblicano, non è solo nelle sue preoccupazioni. Il presidente della commissione per l’intelligence del Senato Mark Warner, un democratico, ha anche espresso l’opinione che il presidente Trump avesse ragione nel suo tentativo di eliminare l’app dallo spazio digitale statunitense.

TikTok è attualmente in trattative con il Comitato per gli investimenti esteri negli Stati Uniti (CFIUS) per cercare di trovare un modo per separare l’app dalla sua società madre.

Questo è ciò che ha spinto Carr a esprimere le sue preoccupazioni perché anche il disinvestimento non è sufficiente per proteggere gli americani dall’indebita influenza e interferenza cinese.

Un portavoce di TikTok ha criticato Carr, dicendo : “Il commissario Carr non ha alcun ruolo nelle discussioni riservate con il governo degli Stati Uniti relative a TikTok e sembra esprimere opinioni indipendenti dal suo ruolo di commissario della FCC.

Siamo fiduciosi di essere sulla buona strada per raggiungere un accordo con il governo degli Stati Uniti che soddisferà tutte le ragionevoli preoccupazioni in materia di sicurezza nazionale”.

Durante le ultime Olimpiadi di Pechino , quando gli Stati Uniti stavano valutando un boicottaggio diplomatico, Anna Massoglia, una ricercatrice investigativa, ha rivelato che il PCC “ha assunto un’azienda per reclutare influencer dei social media in una nuova campagna di propaganda digitale rivolta agli Stati Uniti.

Nel mezzo di polemiche sui boicottaggi diplomatici delle Olimpiadi di Pechino 2022 e della censura della scomparsa della star del tennis cinese Peng Shuai.

In altre parole, un governo straniero, in gran parte considerato il nostro più grande rivale, ha assunto influencer per diffondere la sua propaganda.

Quella manipolazione da parte del PCC era palese, ma la sua influenza è generalmente più sottile di così.

A causa del modo in cui TikTok è impostato qui negli Stati Uniti, gli influencer sono ricompensati per aver creato i video più stupidi, superficiali e sordidi.

Fa tutto parte del piano. Il PCC vuole rendere gli influencer culturali americani stupidi, superficiali e sordidi.

Vuole corrompere la nostra cultura.

Può farlo anche perché gli utenti principali di TikTok sono adolescenti e giovani adulti facilmente manipolabili.

In Cina, ByteDance esegue una versione di TikTok chiamata Douyin.

È notte e giorno diversi dalla versione americana.

Gli algoritmi che promuovono i contenuti e rendono virali i video premiano gli utenti per la pubblicazione di video che effettivamente avvantaggiano la società.

Così vengono celebrati e promossi video di ingegneria, storia, cultura e bellezza.

Non solo, ma la Cina limita seriamente la quantità di tempo che gli utenti possono dedicare all’app. Ben lontano dal nostro infinito scorrimento.

Gli Stati Uniti dovrebbero portare a termine un divieto.

Qualsiasi cosa in meno è negligenza. Il divieto interesserebbe 94,1 milioni di utenti TikTok con sede negli Stati Uniti, 94,1 milioni di americani che ignorano allegramente o sfacciatamente i rischi per la propria sicurezza.

Se gli Stati Uniti si districassero da questo spyware, si unirebbero a paesi come l’India e forse ripulirebbero la contaminazione culturale che TikTok è stato autorizzato a diffondere.

Rispondi