Associazione No Profit e Pro Veritate “Edward Jenner”,

0
34

Gli effetti avversi dalle vaccinazioni AntiCovid19 esistono o non esistono?

Sono gravi o sono dicerie?

E soprattutto: sono tutti No Vax coloro che riportano queste storie?

dell’associazione No Profit e Pro Veritate “Edward Jenner”,.

Gli antichi Romani credevano che “Ars” fosse discendente diretta di un Dio, il quale si insinuava in noi ed “andava al di là dell’umana comprensione”, ovvero di quello che si può imparare tramite esperienza o “manualmente”.

Di seguito riporto le parole della Dottoressa Rossella Burzi, specialista in Medicina Nucleare, CTU presso il Tribunale di Bologna e Tesoriere dell’associazione No Profit e Pro Veritate “Edward Jenner”, chiamata così proprio per il suo distaccamento dalle Fake News e allo stesso tempo, pro veritate, appunto.

Portatrice di ideali, quali individualità, ricerca scientifica e medica, supporto medico, legale e psicologico ai danneggiati, i più vari, per le più diversificate motivazioni.

“Sono medico e uno dei soci fondatori della associazione no profit e pro veritate Edward Jenner.

Tutto questo, che sta portando un lavoro enorme, dato che siamo tutti volontari e non abbiamo entrate o sovvenzioni, è nato quasi per caso circa 18 mesi fa.

Nella primavera 2021, mentre svolgevo la mia attività in ambulatorio, mi telefona un collega MMG che mi chiede se posso visitare una sua nuova assistita, con urgenza.

Era una ragazza di 25 anni ed è arrivata su una sedia a rotelle accompagnata dalla madre e raggomitolata in se stessa in preda a dolori atroci per tutto il corpo.

Fino a qualche settimana prima era una ragazza sanissima, sportiva e svolgeva una vita normale.

Poi si è sottoposta a vaccinazione antiCovid19, ‘obbligata’ perché, essendo un’ insegnante precaria, non le avrebbero altrimenti rinnovato il contratto di lavoro.

Da allora ho iniziato a guardarmi intorno: mi sono accorta che c’erano tante altre persone più o meno sofferenti per la medesima causa.

Allora abbiamo formato un team di medici e avvocati, per iniziare ad aiutare le persone vittime di effetti collaterali, che non venivano  nemmeno ascoltate e, molto spesso, imbottite di psicofarmaci, perché nessuno voleva vedere la realtà dei fatti.

Più il tempo passava e più avevamo richieste di aiuto, quindi a dicembre dello stesso anno, abbiamo deciso di costituire questa associazione.

Gli effetti avversi di questa vaccinazione riguardano praticamente tutti gli organi e apparati. Dalle polineuropatie periferiche fino a tutti gli accidenti cardiovascolari: infarti, pericarditi, miocarditi ecc ecc, anche in persone molto giovani. 

Sono aumentate in modo esponenziale le malattie autoimmunitarie e c’è stata una recrudescenza drammatica di malattie neoplastiche, spesso ad esito infausto.

Finalmente iniziano, solo ora, a comparire lavori e studi su tutto questo, molti già pubblicati e si sta cercando di capire come fare ad aiutare le persone vittime di effetti avversi. Sono aumentate in modo esponenziale anche le morti improvvise, specie in persone giovani.

 Quello che a me ha ferito particolarmente è stata l’immenso dolore che ho visto intorno a me, la disperazione di queste persone.

Quello che mi fa infuriare è l’ottusità di una certa classe di sanitari che, invece di cercare di capire le cause e risolverle, nega l’esistenza delle medesime. 

Mi auguro che presto ci sia una commissione di inchiesta per valutare l’effettiva correttezza nell’affrontare il problema Covid e un aiuto concreto per queste vittime… “

Dott.ssa R.Burzi
DOTT.SSA ROSSELLA BURZI, Specialista in Medicina Nucleare, CTU Trib.Bo, e Tesoriere E.Jenner

Rispondi