Cartelle esattoriali maxi sconto dell’80%

0
6
Cartelle esattoriali maxi sconto dell'80%

Il centrodestra, dopo la vittoria alle elezioni, lavora all’agenda economia del nuovo governo.

A parlare della strategia sulle cartelle è stato anche Maurizio Leo, responsabile del Dipartimento Economia di Fratelli d’Italia, in un’intervista al Corriere della Sera. 

Quando gli è stato chiesto dove si troveranno le risorse per rifinanziare le misure emergenziali di dicembre, ha risposto:

 ”Aspettiamo la Nadef per vedere se si trovano nuove risorse, ad esempio le maggiori entrate dell’Iva dovute all’aumento dei prezzi”.

E ha poi aggiunto: “Si può mettere subito mano a una tregua fiscale per le cartelle da mille a 3.500 euro. Il gettito sarebbe immediato”

E, fra i progetti, ci sarebbe anche quello di una maxi sanatoria sulle cartelle esattoriali di importo più basso, dai mille ai 3mila euro.

Previsto il versamento del 20% del debito e il taglio del restante 80%.

L’obiettivo, spiegano fonti di Fratelli d’Italia, secondo quanto scrive il Messaggero, non è una semplice riforma del sistema tributario

“ma l’apertura di una nuova era nei rapporti tra fisco e contribuenti, ispirata alla reciproca fiducia e al riequilibrio dei rapporti tra cittadini e Stato”.

Il primo passo di questa strategia comprenderebbe una sanatoria ad ampio raggio sulle cartelle esattoriali, cioè un “saldo e stralcio”, fino a 3mila euro per le persone in difficoltà, con il versamento del 20% del debito e il taglio del restante 80%

In caso di importi superiori, si prevederebbe il pagamento dell’intera imposta maggiorata del 5% in sostituzione di sanzioni e interessi, con rateizzazione automatica in 10 anni.

Per le situazioni che precedono l’invio della cartella esattoriale, invece, il centrodestra ipotizza una “tregua fiscale”.

Con la formula del 5+5: imposta definita attraverso una interlocuzione con l’amministrazione finanziaria, una sanzione forfettaria al 5% e la rateizzazione automatica in 5 anni

La misura sarebbe ancora in via di definizione

Rispondi