Le Nazioni Unite Chiedono di indagare Maduro

Un devastante rapporto delle Nazioni Unite chiede che Maduro sia indagato per aver torturato e represso i dissidenti

L’organizzazione internazionale accusa l’intera catena di comando, compreso il vicepresidente Delcy Rodríguez, per crimini contro l’umanità commessi dalle autorità militari e di polizia

Questo martedì, la Missione conoscitiva internazionale delle Nazioni Unite ha presentato a Ginevra il suo ultimo rapporto in cui identifica gli autori della catena di comando per la tortura e la repressione contro la dissidenza venezuelana e chiede che Nicolás Maduro venga indagato.

 Gli investigatori dell’Onu hanno “buone ragioni per credere che il presidente”, così come il ministro dell’Interno e quello della Difesa, “abbia ordinato o contribuito a ordinare i crimini accertati”, spiega in una nota Marta Valinas, che guida la squadra creata un anno fa dal Consiglio Onu per i diritti umani.

Omicidi, torture, detenzioni arbitrarie, sparizioni di persone e gravi violazioni dei diritti umani.
Alcuni di questi crimini, “comprese le uccisioni arbitrarie e l’uso sistematico della tortura rientrano nei crimini contro l’umanità”, ha detto.

Crimini contro l’umanità

“Questi atti sono molto lontani dall’essere isolati, questi crimini sono stati coordinati e commessi in nome delle direttive statali con piena conoscenza dei fatti e con il supporto diretto di alti ufficiali e alti funzionari del governo”, prosegue il rapporto di 411 pagine.

Gli investigatori hanno invitato le autorità venezuelane a condurre immediatamente “indagini indipendenti, imparziali e trasparenti”.

Il rapporto ritiene inoltre che altri organismi, tra cui la Corte penale internazionale,

“dovrebbero anche prendere in considerazione azioni legali contro le persone responsabili di queste violazioni e crimini identificati dalla missione”, ha detto Valinas.

“le autorità venezuelane e le forze di sicurezza hanno pianificato ed eseguito gravi violazioni dei diritti umani, alcune delle quali – tra le altre uccisioni arbitrarie e l’uso sistematico della tortura – costituiscono crimini contro l’umanità”.

Il team Onu, che è riuscito a visitare il Venezuela, ha basato i risultati del suo rapporto su 274 interviste a distanza con vittime, testimoni, ex funzionari statali e altri, e analisi di documenti riservati, compresi i fascicoli di casi legali.

 

Rispondi