Perchè volevano continuare con il governo Draghi ?

C’era la tornata di nomine della prossima primavera che riguarderà Eni, Enel, Terna, Poste e Leonardo, per una capitalizzazione, superiore ai centoventi miliardi di euro.
In particolare su alcuni dei dossier più appetitosi dell’economia italiana, quelli nei quali la mano dell’azionista pubblico è presente.
Questo era il motivo principale di tanto accanimento terapeutico, rispetto ad un governo oramai morente.
Terminate le elezioni infatti,  il nuovo governo dovrà occuparsi delle nomine delle società direttamente o indirettamente partecipate o controllate dallo Stato.

E molte di esse sono strategiche e di enorme importanza poiché riguardano il settore energia.

Ad Aprile ci sono in ballo 80 poltrone di primo livello 80 grandi nomine che costituiscono il vero potere in Italia.

TRA LE PARTECIPATE MEF IN SCADENZA SOGIN

Le big come Enel ed Eni non prevedono rinnovi prima del 2023, Fs e Gse addirittura il 2024 mentre tra le partecipate del Mef la prima a essere chiamata ad affrontare la scadenza del proprio cda è Sogin il cui rinnovo dei vertici è fissata per il 30 aprile o al più tardi il 30 giugno del 2022 in occasione dell’Assemblea di approvazione del bilancio.

Lo si legge nell’ultima Ricognizione degli assetti organizzativi delle principali società a partecipazione pubblica del Servizio per il controllo Parlamentare della Camera.

IN CDP SCADONO CDP EQUITY E CDP RETI

Tra le società partecipate da Cassa depositi e prestiti è invece Cdp Equity (che ha diversi interessi nel settore energetico) ad andare in scadenza nella prima metà dell’anno, mentre per Cdp Reti il termine è fissato al 30 aprile o al 30 giugno del 2024.

Anche Sace, che aiuta con assicurazioni al credito per le esportazioni, vedrà gli organi societari in scadenza entro la prima metà di quest’anno.

IN ENEL RINNOVO CDA PER ENEL ITALIA ED ENEL X ED ENEL GREEN POWER

Mentre in Enel sono attesi i rinnovi dei cda di alcune società partecipate come Enel Global Infrastructure and networks (entro aprile), Enel Global Service (aprile o giugno), Enel Global Thermal Generation (aprile), Enel Global Trading (aprile), Enel Green Power (aprile), Enel Holding Finance (aprile), Enel Innovation hubs (aprile), Enel Italia (aprile), Enel X (aprile) ed Enel Power.

IN ENI SCADENZA PER VERSALIS E LE FILIALI DI MOZAMBICO, TIMOR E WEST AFRICA

In Eni sono in scadenza 2022, i cda di Ecofuel (che si occupa di produzione, commercializzazione, deposito e distribuzione di prodotti chimici), Eni gas Transport services (che fornisce servizi di consulenza in materia di trasporto internazionale di gas), Eni Mozambico, Eni Rewind (che si occupa di progettazione, coordinamento ed esecuzione di servizi e interveneti ambientali), Eni Timor Leste, Eni West Africa, Eni Servizi (che gestisce complessi immobiliari), Floaters (che gestice navi o unità galleggianti), Seram (che gestisce impianti nell’aeroporto di Fiumicino) e Versalis (prodotti chimici e chimica verde).

MOBILITA’

Infine sono da rinnovare Anas, in Ferrovie dello Stato Fer Credit Servizi Finanziari, Ferrovie del Sud Est e Servizi automobilstici, Fstechnology, Mercitalia Logistics e in Leonardo AnsaldoBreda per quanto riguarda le aziende legate alla mobilità.

 

Rispondi