Trump definisce Biden un “nemico dello stato”

0
8

L’ex presidente ritiene che l’azione dei suoi rivali “produrrà una reazione violenta come nessuno ha mai visto”

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha descritto l’attuale presidente del paese, Joe Biden , come un ” nemico dello stato” , in una manifestazione in Pennsylvania questo sabato, in quello che è stato il suo primo discorso pubblico dopo il raid dell’FBI nella sua villa a marzo -a-Lago, Florida.

Trump ha criticato il discorso di Biden alla nazione e ha assicurato che si tratta del discorso più “spietato” mai pronunciato da un presidente americano.

“Questa settimana, Joe Biden è venuto a Filadelfia per tenere il discorso più feroce, odioso e divisivo mai pronunciato da un presidente americano”, ha detto alla folla durante una manifestazione elettorale per i candidati repubblicani.

In questo senso Trump ha denunciato che il presidente ha “denigrato 75 milioni di cittadini (…) come minacce alla democrazia” ». “Voi siete tutti nemici dello stato”, ha detto riferendosi alle parole di Biden.

Tuttavia, Trump ha aggiunto: “È il nemico dello Stato se vuoi sapere la verità”.

“I repubblicani nel movimento MAGA non sono quelli che cercano di minare la nostra democrazia”, ​​ha continuato.

 “Siamo noi che stiamo cercando di salvare la nostra semplicissima democrazia”.

Il passaggio d’attacco di Biden

Biden ha assicurato giovedì che i sostenitori dell’ex presidente Donald Trump rappresentano una minaccia per la democrazia americana , per la quale ha esortato i cittadini del Paese a difenderla.

“Stasera sono venuto qui, nel luogo in cui tutto ha avuto inizio, per parlare chiaramente alla nazione delle minacce che dobbiamo affrontare.

Sul potere che abbiamo nelle nostre mani per affrontare queste minacce.

E sull’incredibile futuro che abbiamo davanti a noi se lo scegliamo”, ha detto il presidente degli Stati Uniti.

“L’FBI e il Dipartimento di Giustizia sono diventati mostri feroci” sotto il controllo di politici e media “radicali” , ha aggiunto, dopo aver affermato che “il vergognoso raid” è “una parodia della giustizia”.

Così, ha incolpato l’ amministrazione Biden per l’indagine che sta attualmente studiando i documenti riservati che erano nella sua proprietà.

“Gli americani sono stufi delle bugie, stufi delle bufale e delle scansioni e, soprattutto, stufi dell’ipocrisia.

 Ma i nostri oppositori hanno calcolato male questo palese abuso della legge che produrrà un contraccolpo come nessuno ha mai visto”.

Rispondi