L’UE limita l’ottenimento dei visti ai russi

Bruxelles sta anche studiando possibili misure contro i visti esistenti

Bruxelles sta anche studiando possibili misure contro i visti esistenti

I ministri degli esteri europei hanno deciso di sospendere l’ accordo di facilitazione del visto con la Russia firmato nel 2007 . 

L’annuncio è stato dato dall’alto rappresentante, Josep Borrell, al termine della riunione informale tenutasi a Praga. 

La decisione non comporterà l’eliminazione totale dei visti, ma renderà più difficoltose e costose le procedure che i cittadini russi devono formalizzare per ottenere un permesso per soggiorni di 90 giorni nel territorio comunitario.

L’Ucraina aveva chiesto all’UE un divieto di viaggio completo per i cittadini russi e diversi paesi, in particolare i paesi nordici e orientali confinanti con la Russia, hanno concordato con questa opzione.

 Altri, come la Germania e la Francia, credevano che non fosse necessario prendersela con i cittadini comuni. 

Il ministro tedesco Annalena Baerbock, arrivando all’incontro, ha affermato di ritenere essenziale “non punire i dissidenti che stanno cercando di lasciare la Russia”.

I ministri della Difesa europei avevano deciso il giorno prima di avviare una missione di addestramento per addestrare i soldati ucraini.

Rispondi