Gli investitori Esteri scommettono contro il debito Pubblico italiano

De Ficchy Giovanni

29 agosto 2022 – 11.58

Gli hedge fund scommettono contro l’Italia, i fondi speculativi prendono d’assalto il Nostro Paese,

scommettono sul fallimento dell’Italia.

È quanto riporta il Financial Times, sulla base di alcuni dati raccolti dalla società di servizi finanziari americana S&P Global Market Intelligence. 

il rendimento del BTP decennale italiano scambia a 3,58%, in ribasso di 8 punti base in una

giornata di moderazione per tutti i benchmark dell’Eurozona.

gli investitori esteri hanno alleggerito la propria esposizione sul debito pubblico italiano vendendo ad un prezzo vantaggioso; la strategia è stata quella di anticipare lo stop del Quantitative Easing (Qe) e del programma speciale pandemico Pepp che garantivano la presenza sul mercato di un compratore sicuro e prevedibile

Il disimpegno degli investitori esteri nel 2022 eguaglia quanto successo nel periodo turbolento 2018-2019, quando il mercato accolse sfavorevolmente il nuovo governo “giallo-verde”.

Fuga di Liquidità

La lettura dei dati della bilancia dei pagamenti di giugno 2022 evidenzia il quadro contabile dei fattori che hanno determinato un imponente trasferimento di liquidità transfrontaliero.

la metà del debito pubblico italiano è nelle mani del settore privato italiano cioè banche, assicurazioni e fondi + famiglie .

Il debito in mano agli investitori esteri si aggira intorno al 30%.

La metà dei detentori esteri di Btp sono hedge fund, fondi pensione/assicurativi e altri gestori.

Questi creditori hanno  un approccio molto dinamico e solitamente non tengono i titoli in portafoglio fino alla scadenza ma li vendono non appena il mercato si gira facendo salire i tassi.

Più è alta la quota di debito pubblico in mano a soggetti stranieri più il rendimento del debito pubblico è esposto alle influenze dei mercati.

Concludendo ritengo che la situazione politica che si prefigura in Italia, sia solo un pretesto per gli “speculatori”,

Anche per il fatto che la BCE ha in portafoglio gran parte del Nostro debito pubblico, ed al momento non intende vendere, nè tantomeno cessarne l’acquisto.

Rispondi