Le Carte del Presidente

De Ficchy Giovanni

immagine di Donald Trump che parla al telefono da Mar-a-Lago, la sua residenza in Florida

La Casa Bianca ha fornito a un giornalista del ‘New York Times’ fotografie che mostrano documenti in un gabinetto nella residenza ufficiale dell’ex presidente degli Stati Uniti

Gli archivi nazionali hanno chiesto per mesi che Trump restituisse 15 scatole di materiali che aveva portato a Mar-a-Lago.

 Lo ha fatto solo quando è stato minacciato di azione legale se non avesse consegnato.

l personale della Casa Bianca ha confermato di aver trovato regolarmente mazzette di carta che ostruiscono i servizi igienici , portandoli a credere che Donald Trump abbia cercato di sbarazzarsi di documenti ufficiali.

 Questa è un’altra delle cattive pratiche dell’ex presidente degli Stati Uniti, dal momento che gli Archivi Nazionali hanno chiesto a Trump per mesi di restituire quindici scatole con materiali che ha portato a Mar-a-Lago , la sua residenza in Florida. 

Infatti, questo lunedì l’FBI è entrata nella villa in cerca di prove.

Questa informazione è venuta alla luce grazie a Maggie Haberman, giornalista del ‘New York Times’ che rivela nel suo prossimo libro immagini che mostrano diverse note ufficiali che Trump avrebbe buttato nel water .

 Al contrario, l’ex presidente ha sempre negato di non aver mai distrutto documenti.

In una delle fotografie si legge la parola “qualificato” in un gabinetto della Casa Bianca e nell’altra, riferendosi a un bagno di un viaggio di Trump all’estero, compare “Stefanik”, cognome della deputata repubblicana Elise Stefanik .

Il recupero delle scatole ha sollevato interrogativi sulla conformità di Trump alle leggi sui documenti presidenziali emanate all’indomani dello scandalo Watergate degli anni ’70, che richiedono ai presidenti di conservare i documenti relativi all’attività della loro amministrazione .

Gli archivi nazionali hanno quindi chiesto al Dipartimento di giustizia di aprire un’indagine sulle pratiche di Trump.

Rispondi