Muore a 83 anni Paul Sorvino, attore di One of Ours

Conosciuto anche per aver interpretato il sergente di polizia Phil Cerretta nella serie televisiva “Law & Order”, ha lavorato nel cinema e in televisione per più di 50 anni.

Paul Sorvino , il venerato attore specializzato nell’interpretazione di criminali e poliziotti come Paulie Cicero in “One of Us” e il sergente di polizia di New York Phil Cerretta in “Law & Order “, è morto in Florida all’età di 83 anni.

 Il suo addetto stampa Roger Neal ha annunciato che l’attore è morto lunedì per cause naturali alla Mayo Clinic di Jacksonville, in Florida. 

Sorvino aveva dovuto affrontare negli ultimi anni alcuni problemi di salute. 

” I nostri cuori sono spezzati , non ci sarà mai un altro Paul Sorvino, è stato l’amore della mia vita e uno dei più grandi artisti ad aver mai abbellito lo schermo e il palcoscenico”, ha detto sua moglie, Dee Dee Sorvino in una dichiarazione.

Nei suoi oltre 50 anni nel mondo dello spettacolo, Sorvino è stato un pilastro del cinema e della televisione , interpretando un comunista italo-americano in “Reds” di Warren Beatty, Henry Kissinger in “Nixon” di Oliver Stone e il boss della mafia Eddie Valentine in “The Razziatore’. 

Diceva spesso che, sebbene fosse noto per interpretare i gangster, le sue vere passioni erano la poesia, la pittura e l’opera: “La maggior parte delle persone pensa che io sia un gangster o un poliziotto o qualcosa del genere. 

La realtà è che sono scultore, pittore, il migliore… autore che vende , molte, molte cose: poeta, cantante d’opera, ma nessuno di loro è gangster.

Sarebbe bello averlo scritto nella mia eredità piuttosto che nell’immagine di un duro”.

Nato a Brooklyn nel 1939 da madre che insegnava pianoforte e padre che faceva il caposquadra in una fabbrica di abiti, Sorvino ha sentito la chiamata all’esibizione sin dalla giovane età.

e ha frequentato l’American Musical and Dramatic Academy di New York, dove si è innamorato del teatro. 

Ha fatto il suo debutto a Broadway nel 1964 in “Bajour” e il suo debutto cinematografico in “Where’s Daddy?” di Carl Reiner nel 1970.

Con un’altezza di oltre sei piedi, Sorvino ha fatto una presenza straordinaria a Hollywood. Negli anni ’70, ha recitato insieme ad Al Pacino in “Panic in Needle Park” e con James Caan in “The Gambler”, tornando a lavorare con Reiner in “Oh, God!” e faceva parte del cast della commedia di rapina in banca di William Friedkin “The Brink’s Job”.

 Nel seguito di “Rocky” di John G. Avildsen, “Slow Dancing in the Big City”, Sorvino ha interpretato un ruolo romantico e ha utilizzato la sua formazione di danza insieme alla ballerina professionista Anne Ditchburn.

È stato particolarmente prolifico negli anni ’90, iniziando il decennio interpretando Lips in “Dick Tracy” di Warren Beatty e Paul Cicero in “One of Us” di Martin Scorsese, basato sul mafioso Paul Vario nella vita reale, e la serie TV “Law”. e Ordine’. 

Beatty si rivolgeva spesso a Sorvino, uno dei suoi grandi amici, reclutandolo di nuovo per la sua satira politica “Bulworth”, poi nella sua lettera d’amore a Hollywood “The Exception to the Rule”. È apparso anche in “The Immigrant” di James Gray.

Sorvino ha avuto tre figli dal suo primo matrimonio , tutti attori : la maggiore, Mira Sorvino, ha vinto un Oscar. La seconda, Amanda Sorvino, è attrice e regista, così come il più giovane dei suoi figli, Michael Sorvino.

 Era così orgoglioso della figlia maggiore che pianse come un bambino quando vinse l’Oscar come migliore attrice non protagonista per “Mighty Aphrodite” nel 1996.

Quella notte disse al Los Angeles Times che non aveva parole per esprimere come si sentiva.

 Anni dopo, quando Paul venne a sapere che Mira era stata tra le donne presumibilmente molestate sessualmente e bandite da Harvey Weinstein durante la resa dei conti #MeToo, disse a TMZ che se l’avesse saputo, Weinstein “non starebbe camminando, ma su una sedia a rotelle”.

Rispondi