Gli incendi di Roma sono dolosi?

gli incendi di roma sono dolosi?

De Ficchy Giovanni

In un colloquio col Corriere della Sera, il sindaco di Roma ha avvertito che non si lascerà intimidire e spera di mettere fuori gioco le ecomafie che potrebbero essere responsabili dei roghi con il nuovo termovalorizzatore.

Se lo chiede oramai da giorni il primo cittadino;

” E’ prematuro trarre conclusioni, attendiamo l’esito delle indagini , quel che è certo è che la sequenza d incendi che hanno devastato la città in questi giorni, è senza precedenti e nella maggior parte c’è la mano dell’uomo”

 Per colpa, o per dolo come è già stato accertato in qualche caso. Se poi risultasse che gli incendi più gravi come quello di Malagrotta, del Pineto e dell’altro ieri a Centocelle fossero dolosi sarebbe gravissimo. “

 “Al nostro recente convegno in Campidoglio sulle mafie, il generale Giardina, comandante dei Carabinieri per la Tutela ambientale, ha sottolineato che la filiera dei rifiuti è tradizionalmente tra le più permeabili a infiltrazioni mafiose.”

Il 16 Luglio dovrebbe essere approvato il decreto aiuti che darà al Sindaco poteri speciali, quale Commissario straordinario per il Giubileo, per affrontare il problema dei rifiuti.

 La soluzione che Gualtieri ha in mente è la realizzazione di un termovalorizzatore, strategia che però non piace ai grillini, che da settimane si battono per rivedere il testo e inserire un vincolo ambientale nella scelta delle tecnologie per gestire l’immondizia. 

E’ chiaro che c’è qualcosa dietro agli incendi, forse la volontà politica di risolvere l’annoso problema dei rifiuti della Capitale , che da vent’anni assilla Roma, non è ben vista da chi magari ricava enorrmi vantaggi dalla situazione attuale.

O magari i costruttori cercano nuovi terreni dove poter edificare ,in un futuro prossimo, tenendo presente che Roma è una delle Capitali con maggior area verde d’Europa, e si sà che per costruire alloggi serve suolo edificabile, insomma sono molti gli interessi dietro ai roghi estivi.

Rispondi