Roma Brucia!!

gualtieri

Di Giovanni De Ficchy

Ogni giorno vengono segnalati diversi incendi, di dimensioni variabili, in tutta Roma.

Da giorni incendi ovunque, oggi è toccato ad un deposito di bombole di Gpl, nella borgata Casalotti, a Nord della capitale , dopo quelli degli ultimi giorni che hanno coinvolto prima la zona della discarica di Malagrotta, poi il quadrante est della Capitale.

Ci troviamo di fronte a una azione premeditata o è frutto di incuria, abbandono e degrado?

Il rogo sarebbe partito dall’ex campo nomadi della Monachina, su via Aurelia: nella zona e nelle aree intorno c’erano 50 bombole di gpl, alcune delle quali sono esplose.

 Sul posto i vigili del fuoco e mezzi di soccorso: le fiamme hanno lambito anche un deposito di bombole e alcune abitazioni.

A prendere fuoco, secondo le prime informazioni, alcune sterpaglie: le fiamme, complice il vento caldo, si sono subito propagate.

Di solito tra le cause principali degli incendi a Roma troviamo senza dubbio la mancanza di manutenzione, la scarsa prevenzione, lo stato di abbandono e di incuria in cui riversano queste aree.

Ogni anno la Protezione Civile di Roma Capitale prepara un piano di emergenza comunale per il rischio di incendi boschivi, un piano operativo di intervento che sono necessari per riuscire a fronteggiare tutte le necessità legate agli incendi che divampano soprattutto nel periodo estivo.

“Il sindaco Gualtieri chieda immediatamente la convocazione di un comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza al fine mettere in campo un controllo capillare del territorio.

È quanto scrive su Facebook il consigliere capitolino di Fratelli d’Italia, Federico Rocca.”

Rispondi