Nigeria ennesima strage di cattolici in chiesa

Attacco jihadista alla Chiesa di San Francesco in Nigeria: strage di cattolici, tra cui molti bambini

Nel  sudovest della Nigeria, alcuni uomini armati hanno aperto il fuoco nella chiesa cattolica di San Francesco, uccidendo almeno 50 persone, tra cui diversi bambini

Testimoni hanno raccontato alla Bbc che il commando, che secondo una prima ricostruzione avrebbe anche fatto uso di esplosivi, avrebbe rapito un sacerdote e alcuni fedeli che partecipavano alla messa.

Secondo alcune fonti, il commando avrebbe anche rapito dei fedeli. Il governatore dello stato, Arakunrin Akeredolu, ha denunciato “l’attacco vile e satanico” contro gente innocente che assisteva alla messa nella città di Owo, nel sudovest del Paese.

Secondo l’agenzia di stampa statunitense Associated Press, i morti potrebbero essere “decine” e tra le vittime ci sarebbero “molti bambini”. Il quotidiano di Lagos,

Si parla di almeno 50 vittime.

Secondo un altro quotidiano, Vanguard news, sarebbero 25 i morti. Diversi i feriti, alcuni dei quali trasportati in ospedale in gravissime condizioni. 

Secondo la Bbc, che cita alcuni testimoni, gli assalitori avrebbero anche rapito un sacerdote e alcuni fedeli. 

Lo Stato di Ondo è stato poco coinvolto dall’ondata di violenza jihadista che insanguina da anni il Paese africano.

“Non possiamo continuare a tollerare che la realtà venga celata.

Domenica di Pentecoste e in Nigeria è stato un massacro.

Andare in chiesa, partecipare alla Messa consci di poter morire. Acs, indignata, prega per questi nostri fratelli!”.

La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre commenta così l’attacco alla chiesa nel sudovest della Nigeria, e in un tweet massacro.

De Ficchy Giovanni

Rispondi