Ocasio Cortez ; le forze israeliane hanno ucciso Shireen Abu Akleh con finanziamenti statunitensi

“Penso che sia davvero importante per noi avere d’occhio quello che è successo con Shireen Abu Akleh in Palestina, è stata uccisa dalle forze israeliane”, ha detto Ocasio-Cortez.

I dollari delle nostre tasse fanno parte di questo… non possiamo nemmeno ottenere assistenza sanitaria negli Stati Uniti e lo stiamo finanziando”, ha continuato. 

“Ci deve essere una sorta di linea che tracciamo.”

Ocasio-Cortez ha affermato che credere che i palestinesi siano “esseri umani con diritti umani” viene definito antisemita, il che, secondo lei, è un affronto all’antisemitismo reale come la recente ondata di crimini d’odio contro gli ebrei a New York. 

Ocasio-Cortez ha affermato che discutere dell’argomento era diventato proibito e che “i diritti umani fondamentali di alcune persone sono troppo controversi politicamente”.

Lo Staff democratico rincara la dose

Ocasio-Cortez fa parte di un gruppo non ufficiale di politici democratici chiamato “The Squad“. Il gruppo comprende il rappresentante Cori Bush, il rappresentante Ilhan Omar e il rappresentante Rashida Tlaib, che hanno risposto all’incidente subito dopo la diffusione della notizia, affermando anche che l’ IDF aveva ucciso Abu Akleh la scorsa settimana, sebbene le indagini siano in corso e finora inconcludenti . 

Il giornalista di Al Jazeera è stato colpito da un proiettile durante uno scontro a fuoco tra le truppe dell’IDF e uomini armati palestinesi.

“Shireen Abu Akleh è stata assassinata da un governo che riceve finanziamenti incondizionati dal nostro Paese senza responsabilità”, ha affermato Tlaib. “Che tu sia palestinese, americano o meno, essere uccisi con i finanziamenti statunitensi deve finire”.

RAPPRESENTANTE. 
ALESSANDRIA Ocasio-Cortez parla durante una manifestazione “No Climate, No Deal” fuori dalla Casa Bianca il mese scorso.

Nostre conclusioni

Non è provato quello che afferma la rappresentante democratica, e vorremo ricordare che Israele è l’unica democrazia della regione medio orientale, gli Stati Uniti non finanziano in alcun modo i soldati di Israele, e probabilmente la giornalista è stata colpita, in maniera mortale da una palla impazzita, un proiettile vagante, non voluta la sua morte.

La situazione Femminile in Israele è migliore di tutte nel Medio Oriente

Infatti una rappresentante come lei, potrebbe benissimo essere eletta al parlamento israeliano, anche in rappresentanza se vogliamo di una rappresentanza palestinese, e esprimersi in detta assemblea come meglio ritenesse, cosa che non sarebbe assolutamente permessa ad una donna in un paese islamico, e la condizione delle donne in questi paesi non è lontanamente paragonabile alle donne israeliane.

De Ficchy Giovanni

Rispondi