Perché bisogna umiliare Putin

putin umiliato

Putin

Leggo da molte parti e sento in molti talk show, che una certa parte di opinione pubblica, quella più vicina al carnefice di Mosca, continua a ripetere che non dobbiamo infierire sul dittatore russo, pe fare in modo che questi non si senta umiliato.

A mio avviso queste affermazioni sfiorano il ridicolo, al contrario dobbiamo fare di tutto per umiliare e ridicolizzare l’invasore, per evitare che l’opinione pubblica possa pensare ancora che sia possibile disegnarsi i confini a proprio piacimento, ed affermare la “politica del più forte”, e far intendere al mondo intero che la “politica di potenza” non ha più cittadinanza nella comunità internazionale.

Non ci sarà comunque pace in Europa fino a ché avremo quale gruppo dirigente della Russia il Putin e i Gerasimov che con le loro dottrine avvelenano il clima, sostengono guerre asimmetriche e non dichiarate, finanziano generosamente partiti di estrema destra e sinistra al fine di generare caos ed insicurezza, minacciando di disintegrare oggi il Regno Unito, domani la Germania, etc.

Non bisogna dunque indulgere, perché vanno cacciati tutti dal Cremlino e per farlo bisogna umiliarli loro e il loro progetto politico, e renderli ridicoli proprio agli occhi del popolo russo, che soltanto in questo modo vorrà sbarazzarsi quanto prima di loro

Naturalmente questo messaggio forte e chiaro deve avere valore anche per le future generazioni di despoti e di dittatori, che verranno, bisogna cercare di evitare il precedente , che darebbe loro la possibilità in futuro di riprovarci.

Infine bisogna far capire agli altri stati dittatoriali , e in particolar modo alla Cina, che le democrazie liberali non hanno abdicato al proprio ruolo, che non siamo in declino, e che siamo disposti a combattere per i nostri valori di Libertà di Uguaglianza e di fratellanza.

Evitando di creare anche in futuro disastri come quello che oggi sconvolge l’Europa.

De Ficchy Giovanni

Rispondi