Controffensiva Ucraina in atto

Institute for the Study of War.

LInstitute for the Study of War, uno dei più autorevoli think tank che studia il conflitto e la situazione sul campo di battaglia, segnala che “le forze ucraine hanno catturato diversi insediamenti a Nord e a Est di Kharkiv nelle ultime 24 ore, riducendo la capacità delle forze russe di minacciare” 

  • La controffensiva ucraina lungo un ampio arco a nord e ad est della città di Kharkiv ha preso ulteriore terreno e probabilmente spingerà le forze russe fuori dal raggio di artiglieria della città nei prossimi giorni. 
  • La capacità e la volontà dell’esercito ucraino di concentrare le forze a Kharkiv necessarie per condurre questa operazione indica la fiducia dell’Ucraina nel respingere gli attacchi russi in corso con le forze esistenti nella regione.
  • Le forze russe non hanno fatto alcun progresso sull’asse Izyum.
  • Le forze russe probabilmente si sono assicurate piccoli guadagni alla periferia di Severodonetsk nelle ultime 24 ore, ma è improbabile che circondino con successo la città.
  • Le forze russe hanno continuato gli assalti all’impianto di Azovstal, ma l’ISW non può confermare alcun progresso specifico. 
  • La probabile resistenza civile diffusa all’occupazione russa potrebbe inoltre interrompere i piani russi precedentemente annunciati di condurre una mostra del Giorno della Vittoria a Mariupol.
  • Non ci sono stati cambiamenti significativi sull’asse meridionale nelle ultime 24 ore e le forze russe hanno continuato a rafforzare le loro posizioni avanzate.
  • L’ISW non può confermare i rapporti di un attacco missilistico anti-nave ucraino contro l’  ammiraglio Makarov  in questo momento.

Le forze ucraine hanno catturato diversi insediamenti a nord e ad est di Kharkiv nelle ultime 24 ore, riducendo la capacità delle forze russe di minacciare la seconda città più grande dell’Ucraina.

 Questa operazione ucraina si sta trasformando in una controffensiva di successo e più ampia, in contrasto con i  contrattacchi  più localizzatiche le forze ucraine hanno condotto durante la guerra per proteggere il terreno chiave e interrompere le operazioni offensive russe.

 Le forze ucraine stanno in particolare riconquistando il territorio lungo un ampio arco intorno a Kharkiv piuttosto che concentrarsi su una spinta ristretta, indicando la capacità di lanciare operazioni offensive su larga scala di quelle che abbiamo osservato finora durante la guerra (poiché le forze ucraine hanno ripreso prevalentemente la periferia di Kiev in seguito ritiri russi piuttosto che in una grande controffensiva).

 La volontà delle forze ucraine di concentrare le forze necessarie per questa scala di operazioni offensive, piuttosto che dispiegare queste forze disponibili nelle difese nell’Ucraina orientale, indica inoltre la fiducia dell’esercito ucraino nel respingere le operazioni russe in corso per circondare le forze ucraine nell’area di Severodonetsk.

L’ISW non può confermare i rapporti iniziali di un attacco missilistico anti-nave ucraino Neptune contro la fregata russa  Admiral Makarov  il 6 maggio. [1]

Il portavoce del Pentagono John Kirby ha affermato che gli Stati Uniti non possono confermare l’attacco segnalato e ha aggiunto “stiamo esaminando questo tutto il giorno.” [2]  ISW aggiornerà questa valutazione con ulteriori informazioni non appena saranno disponibili. 

Sostegno Occidentale

Un sostegno che passa anche dal campo dell’intelligence, poiché la mappatura dei movimenti russi e l’identificazione degli obiettivi da colpire può essere realizzata in parte solo grazie alla tecnologia messa a servizio degli ucraini.

De Ficchy Giovanni

Rispondi