Questo è Valeri Gerasimov, il veterano capo di stato maggiore russo

Nato a Kazan nel 1955, ha partecipato alla seconda guerra cecena prima di raggiungere l’apice della sua carriera militare

Gli ucraini stanno ricevendo molte informazioni, non so se dalle loro spie o dai paesi della NATO.
Hanno effettuato due attacchi ai posti di comando russi in due settimane, l’altro è stato a Gerson.


A causa del terreno del sud con ampie pianure, doveva essere una passeggiata militare russa e ma non lo è stato .

Hanno di fronte persone molto armate, con esperienza di guerra nella zona da 8 anni e molte informazioni da loro o da terzi.

Dopo oltre due mesi di guerra, torna al centro della scena la notizia degli attacchi delle truppe ucraine contro i principali comandi militari russi

Secondo Anton Gerashchenko , consigliere del ministero dell’Interno ucraino, i soldati fedeli a Kiev hanno attaccato una caserma russa nella città di Izium, nel centro del Paese, provocando numerose vittime e feriti tra gli ufficiali del Cremlino.

 “È noto che il capo di stato maggiore, Valery Gerasimov , era lì per guidare l’attacco a Sloviansk “, ha dichiarato su Twitter. 

Da parte sua, il giornalista ucraino Viktor Kovalenko

Ha spiegato su quello stesso social che l’attacco è stato progettato per “eliminare” Gerasimov, che sarebbe stato solo “ferito”, e che si era recato in Ucraina per ottenere qualche successo militare con cui Vladimir Putin avrebbe potuto festeggiare il 9 maggio.

Valeri Gerasimov nasce nel 1955 nella città di Kazan, capitale della Repubblica del Tatarstan, uno dei ventidue che compongono la Federazione Russa, e il suo volto è uno dei più conosciuti e importanti nello zoccolo duro della il Cremlino

. Dopo aver studiato in varie accademie militari, è stato comandante della 58a armata russa nella seconda guerra cecena (1999).

 La sua carriera ha raggiunto il culmine quando il presidente russo Vladimir Putin lo ha nominato nel novembre 2012 Capo di Stato Maggiore Generale e Vice Ministro della Difesa.

Secondo lo storico Robert A. Saunders, Gerasimov è meglio conosciuto per la dottrina che porta il suo nome e promuove la combinazione di “tattiche tecnologiche, politiche, diplomatiche, economiche, umanitarie e culturali all’interno di una strategia militare”.

Dall’inizio della guerra del Donbass nella primavera del 2014,

Gerasimov è stato collegato alla destabilizzazione russa dell’Ucraina . 

Secondo i media “The Kyiv Independent“, il generale ha partecipato alla battaglia di Ilovaisk nel settembre dello stesso anno. 

Il suo nome compare ora nell’elenco di quelli sanzionati dall’Unione Europea e dagli Stati Uniti per il suo coinvolgimento nell’invasione ordinata dal Cremlino il 24 febbraio

Person in the News – Gerasimov WEB

De Ficchy Giovanni

Rispondi