Mariupol, i marines ucraini si uniscono a battaglione Azov

A Mariupol, alcune unità della 36ma brigata separata di marines intitolata al contrammiraglio Mykhailo Bilinsky sono riuscite a raggiungere ed unirsi al reggimento Azov.

Lo ha annunciato su Facebook Oleksiy Arestovych, consigliere del capo dell’Ufficio del Presidente Zelensky, citato da Ukrinform.

1. 1. 1. Azov ha ricevuto un notevole rinforzo.

2. La 36a brigata ha evitato la spaccatura a pezzi e ha ricevuto ulteriori serie opportunità, ha effettivamente trovato una seconda possibilità.

3. I difensori della città, ora insieme, hanno seriamente rafforzato il loro distretto difensivo.

In generale, il sistema di difesa della città è aumentato e rafforzato.

Questo è quello che succede quando gli ufficiali non perdono la testa, ma mantengono saldamente il controllo delle truppe.

Forza e non perdiamoci.

L’esercito sa cosa sta facendo.

In corso a Mariupol una battaglia corpo a corpo nell’acciaieria Azovstal e nelle trincee tra la zona del porto e i sotterranei dell’impianto siderurugico.

La fabbrica è una delle basi operative dei combattenti ucraini e i russi tentano di conquistarla.

Secondo il sindaco del porto strategico 21mila civili sono morti, 100mila vorrebbero andarsene ma i corridoi umanitari sono bloccati.

La 36ma brigata, secondo invece quanto ha sostenuto il Ministero della Difesa russo, si sarebbe arresa nella città portuale ai soldati di Mosca.

Una foto scattata durante una visita a Mariupol organizzata dall’esercito russo mostra militari russi accarezzare un gatto su Mira avenue nel centro di Mariupol, Ucraina, il 12 aprile 2022. Non ci sono acqua, elettricità, gas o comunicazioni e negozi, farmacie e ospedali sono Chiuso.
Fino al 70 per cento del patrimonio abitativo di Mariupol è stato distrutto, ha affermato il sindaco della città Konstantin Ivashchenko di nuova nomina.
Secondo il capo del Centro di controllo della difesa nazionale russo, circa 133.214 persone, tra cui duemila lo scorso giorno, hanno lasciato Mariupol attraverso il corridoio gengivale in direzione est.

Mariupol appare sempre più centrale nel conflitto e, secondo Petro Andryushchenko, consigliere del sindaco, su Telegram, citato da Ukrinform, i russi hanno intenzione di organizzare una parata proprio nella città portuale il 9 maggio, se la loro campagna militare avrà successo.

“Secondo le nostre informazioni, a Ivashchenko (l’autoproclamato sindaco filorusso di Mariupol) è stato ordinato di ripulire parte del distretto centrale della città dai detriti e dai cadaveri per permettere la sfilata del 9 maggio.

Tutto indica che gli occupanti vogliano organizzare un ‘carnevale della vittoria‘, in caso di successo”, afferma.

Intanto continuano i bombardamenti russi con artiglieria su Kharkiv e aerei su Mariupol dove sono state colpite infrastrutture civili: presa di mira anche la regione di Zaporizhia.

Lo ha riferito lo Stato Maggiore Generale delle Forze Armate ucraine sulla sua pagina Facebook nel rapporto della mattina, citato dall’Agenzia Unian.

Nelle direzioni Donetsk e Tavriya, l’esercito russo sta lanciando attacchi aerei e sta avanzando nell’area del complesso metallurgico Azovstal e del porto.

De Ficchy Giovanni

Rispondi