L’Ucraina denuncia di aver trovato 410 corpi di civili uccisi nella periferia di kyev

0
17
Un veicolo blindato da trasporto con soldati ucraini passa su una strada a Bucha, a 20 km dalla capitale, Kiev – 
AFP

L’invasione russa dell’Ucraina ha 39 giorni. 

L’Ucraina conferma che le truppe russe si stanno “rapidamente” ritirando dall’area di Kiev e Chernigov. 

Lo ha confermato ieri il consigliere della presidenza ucraina, Mijailo Podoliak, che ha assicurato che “con il rapido ritiro dei russi da kyiv e Chernigov (…) ora il loro obiettivo prioritario è quello di ritirarsi a est ea sud”.

Le truppe russe si sarebbero anche ritirate dall’aeroporto Antonov di Gostomel, alla periferia di Kiev , dove sarebbero rimaste trincerate per diverse settimane, secondo le immagini riprese da un satellite e raccolte dalla rete americana Cnn.

Il viceministro della Difesa ucraino ha annunciato ieri la completa liberazione della regione della capitale e denuncia l’omicidio di centinaia di civili nelle città liberate alla periferia di Kiev.

Nel frattempo, oggi si è saputo che il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, e il presidente della Russia, Vladimir Putin, potrebbero incontrarsi “presto” di persona, secondo il capo della delegazione negoziale ucraina.

L’Ucraina denuncia di aver trovato 410 corpi di civili uccisi nella periferia di kyev
I pubblici ministeri ucraini che indagano su possibili crimini di guerra commessi dalla Russia hanno annunciato che 410 corpi di civili sono stati trovati nelle città intorno a Kiev dopo il ritiro delle truppe russe, ha detto domenica il procuratore in televisione.

Il generale dell’Ucraina Irina Venediktova, riferisce Reuters.

Il sindaco di kyiv si reca a Bucha per denunciare l’omicidio di civili

(attenzione, contenuti sensibili)

La Francia condanna gli abusi delle truppe russe fuori Kiev

Il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha condannato sabato  quello che ha definito “enormi maltrattamenti” commessi dalle forze russe in Ucraina  nelle ultime settimane, riferisce Reuters. 

Le Drian ha sottolineato che nella città di Bucha, alla periferia di Kiev, dove le autorità ucraine accusano le truppe russe di aver compiuto un massacro “deliberato” . 

Le Drian ha aggiunto che questi eventi potrebbero costituire un crimine di guerra e che la Francia lavorerà con le autorità ucraine e la Corte penale internazionale per portare in giudizio i colpevoli.

De Ficchy Giovanni 

Rispondi