In Prima linea ; vittoria a Trostyanets

Dettagli sulla sconfitta della divisione “élite” della Federazione Russa

Vittoria a Trostyanets

Il Nostro amico Igor si trova oggi al fronte e ci racconta della controffensiva lanciata dalle truppe ucraine, che sta avendo successo;

Dopo la sconfitta degli occupanti da parte delle forze armate a Trostyanets, il comandante del 13° reggimento Panzer, che fa parte della divisione Kantermyriv, si è sparato ed è stato rimosso dalla carica di comandante della 1a armata Panzer del distretto militare occidentale.

Come riporta la stampa , le forze di terra delle forze armate ucraine riportano nel bollettino di guerra

L’informazione che il comandante del 13° reggimento Panzer, che fa parte della divisione Kantemirov, si è sparato, è arrivata dalla direzione principale dell’intelligence la sera del 26 marzo.

“Quindi, il numero 13 (numero di reggimento) si è rivelato sfortunato per l’ufficiale russo.

Proprio come il numero 200 per una brigata di fucilieri motorizzata russa separata, che la Guerra Fredda ha rotto e parzialmente raddoppiato” in direzione di Kharkiv, “l’Armata Dissero le forze.

Secondo le forze di terra, anche il tenente generale Serhiy Kysil, comandante della 1a armata Panzer (unità 11161, Bakovka) del distretto militare occidentale, che comprende la famigerata divisione Kantemirov “d’élite”, è stato licenziato.

Trostyanets è stato liberato nella regione di Sumy

Si noti che Kisel è stato lasciato a causa di enormi perdite e del fallimento dell’invasione russa dell’Ucraina.

“Non escludiamo che la fuga dell’esercito russo da Trostyanets sia stata l’ultima goccia.

E poi è stato impossibile per la leadership russa chiudere un occhio sulla cattiva gestione delle truppe”, hanno aggiunto le forze armate.

Come riportato da in precedenza a causa delle ostilità, la 200a brigata di fanteria motorizzata separata della Federazione Russa ha perso 648 militari che hanno combattuto contro l’Ucraina.

Tre sono sopravvissuti, due dei quali feriti.

De Ficchy Giovanni

Rispondi