La tecnologia occidentale vincera’

0
31
Elon Musk

La guerra in Ucraina ha messo in evidenza l’importanza delle tecnologie innovative, e il ruolo strategico delle tecnologie di comunicazioni, sia per le truppe sul terreno, sia per quanto riguarda i moderni sistemi di armamento sofisticati

La Resistenza tecnologica

Droni, missili teleguidati, cybersecurity, comunicazioni internet per accedere ai social, armi anti carro, contraerea tutto dipende dall’affidabilità delle comunicazioni e dalla trasmissione in tempo reale.

Su questo piano grazie al sostegno delle democrazie occidentali, gli ucraini riescono a mantenere una superiorità, a fare la differenza sono le reti di comunicazione, che consentono di ricevere informazioni in tempo reale, circa il posizionamento del nemico.

noltre i soldati di Kiev usano il sistema Starlink di Elon Musk, che fornisce accesso ad Internet in banda larga dallo spazio.

Costi di difesa inferiori

Per fermare un T72 da due milioni basta un razzo anticarro Javelin da 250mila dollari.

Per abbattere un Sukhoi 35 da 25 milioni basta uno Stinger antiaereo spalleggiabile da 40mila.

I russi in Ucraina sono in 200mila con armi pesanti.

Gli ucraini possono diventare 40 milioni con armi intelligenti.

Su questo terreno i russi stanno perdendo la guerra, non conoscono nemmeno la loro posizione sul terreno, molto spesso i loro carri non dispongono di visori notturni.

I carri armati russi, costruiti nel 1972, per la maggior parte, sono fermi anche per la mancanza di benzina, i convogli bersagliati dai missili anti carro , vengono letteralmente distrutti.

Le Sanzioni stanno strangolando sempre di più l’economia russa,

L’Ue ha imposto ulteriori restrizioni sulle esportazioni di beni e tecnologie a duplice uso, come pure restrizioni sulle esportazioni di determinati beni e tecnologie in grado di contribuire al rafforzamento tecnologico del settore della difesa e della sicurezza della Russia.

Copertura Satellitale

Il Presidente Usa Joe Biden ha detto  Colpiremo la possibilità di finanziare e far crescere l’esercito, la possibilità di competere nello “sviluppo tecnologico – ha sottolineato – Sarà un duro colpo al tentativo di Mosca di modernizzare le forze armate. E sarà un duro colpo alle ambizioni strategiche di lungo termine di Putin”.

Sembra proprio che l’epilogo non sarà quello immaginato al Cremlino.

De Ficchy Giovanni

Rispondi