Come Putin ha spinto i prezzi alla pompa  prima di invadere l’Ucraina

LA SINISTRA: AGENDA “CAMBIAMENTI CLIMATICI” 

“I punti di discussione [di sinistra] contro i combustibili fossili … sono stati probabilmente scritti dai russi”.

l prezzo del greggio sta ora scendendo mentre il mercato globale bilancia le sue preoccupazioni per l’invasione dell’Ucraina e l’interruzione delle forniture di petrolio. 

Il recente aumento dei prezzi ha aiutato a riempire le tasche di Vladimir Putin , ma in misura molto maggiore ciò è vero per i significativi aumenti dei prezzi dei prodotti petroliferi da quando Joe Biden è entrato in carica, perché Biden è entrato in carica.

La Russia dipende in gran parte dalle esportazioni di energia per i ricavi. Più del 40% del bilancio federale russo è finanziato dalle vendite di petrolio e gas, che rappresentano quasi il 60% delle sue esportazioni. Pertanto, il prezzo del petrolio ha un impatto drammatico sull’economia russa. 

Quindi, ostacolare le esportazioni di petrolio, attraverso sanzioni piuttosto che boicottaggi, come ho notato in ” La cortina fumogena del ‘petrolio russo’ di Biden “, colpirà duramente Putin. 

Ma ciò colpirà duramente anche i consumatori americani e aggraverà la bomba inflazionistica di Biden , che minerà le prospettive elettorali di medio termine dei Demos.

Per la cronaca, la media nazionale per il gas normale il 20 gennaio 2021, l’ultimo giorno in carica di Donald Trump , era di $ 2,39. Il giorno in cui Biden è entrato in carica, ha ucciso il Keystone XL Pipeline e altri progetti di produzione di petrolio, placando i radicali del “ cambiamento climatico ” di sinistra.

Sei settimane dopo il governo di Biden, i prezzi del gas erano già aumentati a $ 2,87. 

Alla fine del primo anno in carica di Biden, il prezzo di un gallone di benzina era di $ 3,15. 

Chiaramente, l’attuale impennata dei prezzi nominali record al di sopra di $ 4,30 è legata alle preoccupazioni per l’interruzione della fornitura di petrolio dopo l’ invasione dell’Ucraina .

Lo spostamento della colpa di Biden sulla responsabilità di Putin per l’attuale aumento dei prezzi del gas potrebbe essere in parte corretto, ma il problema è che Biden ha consentito l’ invasione dell’Ucraina da parte di Putin , quindi la vera colpa torna immediatamente al punto di partenza.

 Biden ha manifestamente dimostrato la sua inettitudine, portando da dietro , e innegabilmente, l’agenda di Biden sin dal primo giorno è stata quella di attuare politiche che impongono prezzi del carburante più elevati come aveva promesso .

Tuttavia, c’è qualche colpa di Putin che Biden non vuole menzionare: la misura in cui Putin ha finanziato gruppi di sinistra che si oppongono allo sviluppo del petrolio statunitense al fine di mantenere più alto il prezzo delle esportazioni petrolifere russe. 

Questo è l’ennesimo caso di collusione democratica con i russi.

Secondo un’indagine formale su tre gruppi di attivisti ambientali – la League of Conservation Voters (LCV), il Natural Resources Defense Council (NRDC) e il Sierra Club – gli investigatori del Congresso vogliono la piena divulgazione dei finanziamenti che potrebbero essere legati alla Russia . 

L’accusa è che abbiano tutti legami con un’organizzazione chiamata Sea Change, che “potrebbe essere un canale per i finanziamenti russi”.

L’inchiesta rileva: “A condizione che la segnalazione pubblica dell’influenza del denaro oscuro di Putin in Europa e le preoccupazioni relative a sforzi simili negli Stati Uniti, scriviamo oggi per esplorare i vostri collegamenti con Sea Change

Qualsiasi azione del presidente Putin, del governo russo o degli alleati di Putin per minare la sicurezza energetica americana deve essere affrontata”.

Il rappresentante Dan Crenshaw (R-TX) afferma che ci sono prove emergenti sostanziali che i gruppi ambientalisti estremisti sono, in parte, finanziati dalla Russia, oltre ai loro benefattori socialisti nazionali .

Crenshaw delinea il sotterfugio russo :

I discorsi anti-combustibili fossili che hai sentito per anni dalla sinistra sono stati probabilmente scritti dai russi.

Gli ambientalisti radicali non vogliono che tu lo sappia.

Nel 2014, l’ex segretario generale della NATO Rasmussen ha avvertito che la macchina da soldi oscura di Putin potrebbe minare l’energia americana.

“La Russia… si è impegnata attivamente con le cosiddette [ONG] – organizzazioni ambientaliste che lavorano contro il gas di scisto – per mantenere la dipendenza dal gas russo importato”.

Persino Hillary Clinton ha ammesso che “gruppi ambientalisti fasulli” sono stati finanziati dalla Russia per “opporsi a qualsiasi sforzo” relativo al fracking americano per il gas naturale, e che molti finanziamenti per il movimento anti-fracking negli Stati Uniti provenivano “dalla Russia .”

Nel 2017, l’Office of the Director of National Intelligence ha pubblicato un rapporto in cui trova “prove chiare che il Cremlino sta finanziando e coreografando la propaganda anti-fracking negli Stati Uniti”.

Nel 2019, l’ex direttore senior per l’Europa e la Russia presso il Consiglio di sicurezza nazionale degli Stati Uniti ha testimoniato che la Russia lo stava facendo perché Putin vede “il fracking americano come una grande minaccia per gli interessi russi” e che un divieto del fracking avrebbe “rafforzato le mani di Putin. “

Putin avrebbe utilizzato una ONG ambientale con sede a San Francisco chiamata Sea Change per incanalare denaro negli sforzi di difesa ambientale progettati per minare l’energia americana.

 Sea Change riceve finanziamenti da una società con sede alle Bermuda chiamata Klein Ltd.

Secondo un rapporto del 2014, Klein Ltd. viene utilizzata “per incanalare denaro del governo russo verso gruppi ambientalisti americani al fine di minare la produzione statunitense di gas naturale e petrolio a vantaggio della Russia”.

Sappiamo per certo che diversi gruppi ambientalisti di alto profilo in America sono i principali destinatari dei finanziamenti di Sea Change. Riconoscerai i loro nomi.

Ecco perché stiamo avviando un’indagine… su questa potenziale collusione russa.

Non si sa quanti di questi gruppi “ambientali” ricevano finanziamenti dai ChiComs

Semper Vigilans Fortis Paratus et Fidelis
Pro Deo et Libertate — 1776

Tradotto e redatto da Giovanni De Ficchy

Rispondi