Le prime crepe al Cremlino, “Putin licenzia 8 generali”

0
34

Il presidente russo Vladimir Putin avrebbe licenziato otto generali e messo agli arresti domiciliari i vertici del servizio di spionaggio estero dell’Fsb (Soims) vale a dire, il numero uno Sergei Beseda, e il suo vice, Anatoly Bolukh.

Dopo migliaia di Russi morti , le divisioni di Putin hanno conquistato meno del 20% del territorio ucraino, la guerra lampo promessa non esiste.

Putin e il ministro degli interni

Anche l’aviazione russa ha riportato cospicue perdite, Putin mette agli arresti domiciliari i vertici del Servizio Segreto

 Putin avrebbe licenziato i comandanti perché “non hanno fatto il loro lavoro” nella guerra in corso in Ucraina mentre sarebbero già stati nominati nuovi generali.

I cambiamenti nella leadership militare potrebbero ora comportare anche un cambiamento nella strategia di guerra, secondo la stessa fonte.

Fonti citate da Andrei Soldatov, analista russo specializzato nei servizi di intelligence, riferiscono invece dell’arresto di Beseda, che è responsabile dell’intelligence sull’Ucraina, e di Bolukh anche della disinformazione.

Putin con i generali

“Oggi– ha spiegato l’ex deputato e sindaco di Luhansk- abbiamo una chiara comprensione di quali piani ha il nemico.

Sono cambiati un po’ dall’inizio della guerra: in 2-3 giorni volevano marciare lungo Khreshchatyk, ma questo non accadrà mai.

Adesso sono passati a una tattica diversa e hanno cambiato leadership, con 8 generali rimossi dalle loro posizioni perché non hanno portato a termine il loro compito”.

De Ficchy Giovanni

Rispondi