l’incontro tra Lavrov e Kuleba; nessun passo avanti

Si è tenuto ad Antalya il vertice tra i ministri degli Esteri Lavrov e Kuleba.

Il ministro degli esteri russo dopo l’incontro con l’omologo ucraino Kubela i Turchia ” Nessun passo avanti”

Ieri i missili russi hanno colpito un ospedale pediatrico a Mariupol.

Nel quindicesimo giorno dell’invasione dell’Ucraina , il giorno dopo uno dei peggiori crimini dell’offensiva russa con il bombardamento di un ospedale pediatrico di Mariupol che ha ucciso tre persone, tra cui una ragazza, si incontrano in Turchia i capi della diplomazia russa e ucraina , Serguei Lavrov e Dimitro Kuleba , con la mediazione del ministro degli Esteri turco Mevlüt Çavuşoğlu.

Il presidente ucraino, Volodímir Zelenski , ha assicurato che 35.000 civili sono riusciti a partire da quella rotta.

La minaccia nucleare è un bluff – ha dichiarato il leader ucraino Zelensky in una lunga intervista scritta rilasciata alla “Zeit” tedesca – e sui territori non cedo».

Purtroppo non c’è stato alcun progresso nell’incontro con Lavrov” e ”non sono stati compiuti passi in avanti sul cessate il fuoco”.

C’è rassegnazione nelle parole del ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba al termine dei negoziati di Antalya con l’omologo russo, Sergej Lavrov. L’obiettivo dell’Ucraina, ha ricordato Kuleba. è quello di organizzare un corridoio umanitario da Mariupol e di raggiungere una tregua di 24 ore. “L’Ucraina non si arrenderà“, ha aggiunto Kuleba, non risparmiando una stoccata a Lavrov: “sul cessate il fuoco di 24 ore non abbiamo fatto progressi.

Sembra che ci siano altre persone che decidono su questo in Russia“.

Rispondi