No, Putin non è un bravo ragazzo

0
5

È un vile dittatore che non disdegna di uccidere chiunque consideri un inconveniente.

Putin al Polonio

Non pensavamo che fosse necessario dirlo, ma il presidente russo Vladimir Putin è un delinquente, un cattivo leader e un assassino.

 È il dittatore di un paese di second’ordine che è solo in grado di fare il prepotente con altre nazioni a causa delle sue armi nucleari e solo in grado di sopravvivere economicamente grazie alle sue riserve vitali di petrolio e gas naturale. 

Putin non è al di sopra di uccidere i suoi dissidenti o chiunque sia davvero un inconveniente. Ha provocato questa guerra in Ucraina in quello che potrebbe essere stato un grave errore di calcolo di ciò che l’Occidente avrebbe fatto in risposta.

 (Considerando chi è al timone in America, potrebbe essere giustificato nel credere che il resto d’Europa non farebbe nulla.)

Non è un esempio di virtù conservatrice da emulare per gli americani. Eppure ci sono alcuni americani che indicano le politiche di questo delinquente sui valori della famiglia, la conservazione della cultura e delle tradizioni russe e il fervente amore per il suo paese come qualità da emulare.

Questo è un punto di vista molto superficiale che si fa beffe di com’è veramente essere un russo sotto il governo di Putin.

 Nella National Review, Joseph S. Laughon procede a estirpare questi argomenti a favore del “Putinismo“.

National Review

 Sui cosiddetti valori “familiari” o “tradizionali” di Putin, Laughon sottolinea l’alto tasso di aborti, la scarsa frequenza in chiesa e la mancanza di credenze religiose di qualsiasi tipo (entrambi grazie alle politiche comuniste). 

Nel preservare la cultura russa, l’amore di Putin per la patria non può essere negato. Dopotutto, è il suo piccolo impero che sfrutta a suo piacimento per arricchire le proprie tasche. 

Perché non vorrebbe espandere quell’“amore” (cioè potere, ricchezza e influenza) all’Ucraina e ad altri paesi dell’ex blocco sovietico?

È fin troppo facile guardare al nostro decadimento culturale aiutato dalle politiche di sinistra e dal lavaggio del cervello dei media e pensare che forse le “qualità” di Putin sono una manna.

 Questo è tanto fuorviante quanto BLM che ha scelto George Floyd come suo martire.

La sinistra ha avuto una giornata campale con i piccoli quadri di destra che stanno elogiando Putin. Ha fornito un ottimo foraggio per il ciclo di notizie, foraggio che è stato così facile per i media manipolare e diffamare ulteriormente i conservatori in generale. Hillary Clinton , l’architetto della bufala della collusione russa, si è sentita abbastanza audace da criticare la destra che ha elogiato qualsiasi parte di Putin.

 Eppure, quando si tratta di qualsiasi cosa in Russia, la Clinton sarebbe probabilmente più saggia a tenere la testa bassa .

La stessa Russia sta guardando allegramente a questa divisione nei ranghi americani e la sfrutterà felicemente. 

La Cina, che ha gli occhi puntati su Taiwan, sta anche osservando come noi occidentali gestiamo l’invasione dell’Ucraina.

Non rendiamo le cose così facili per i marxisti e i maoisti. Sostenere Putin come qualsiasi tipo di degno leader non dovrebbe essere in discussione. Dovrebbe essere denunciato universalmente.

Citazione di uscita dalla senatrice della Carolina del Sud Lindsey Graham: “C’è un Bruto in Russia? C’è un colonnello Stauffenberg di maggior successo nell’esercito russo? L’unico modo in cui questo finisce è che qualcuno in Russia elimini questo tizio. 

Faresti un grande servizio al tuo paese e al mondo.

Tradotto e Redatto da De Ficchy Giovanni

Rispondi