Le truppe russe dell’informazione diffondono notizie false tra gli ucraini

0
8
Oleksandr Tkachenko

Questo secondo il ministro della Cultura e della politica dell’informazione Oleksandr Tkachenko, riferisce Ukrinform.

 “Le forze dell’informazione russe hanno completamente perso la testa. 

Stanno per prendere in giro noi, gli ucraini, che da sei giorni respingiamo l’attacco del “secondo esercito più forte del mondo”, che noi e il nostro presidente Volodymyr Zelensky avremmo concordato di capitolare.

Riesci a immaginare il panico dei robot del Cremlino, se avessero inventato una cosa del genere? Tkachenko ha scritto .

Ha notato che, secondo gli ultimi sondaggi, Zelensky attualmente gode del 91% di sostegno tra gli ucraini, e tale sostegno Putin non ha mai visto in vita sua, nemmeno nei momenti migliori.

Questa è l’invidia del sotto-politico, sotto-leader, sotto-uomo di Vladimir Putin verso il vero presidente, che ha radunato tutto il popolo ucraino intorno a lui. Siamo una nazione!” ha scritto il ministro.

APPELLO ALL’ UNESCO

Il ministro della Cultura e della politica dell’informazione ucraino Oleksandr Tkachenko ha fatto appello all’UNESCO con la richiesta di privare la Russia dello status di membro dell’UNESCO e cambiare il paese ospitante della 45a sessione del Comitato del patrimonio mondiale.

L’offensiva armata della Russia contro l’Ucraina sta distruggendo numerosi siti del patrimonio civile e culturale in Ucraina. Innumerevoli monumenti storici e architettonici e siti archeologici sono minacciati dai bombardamenti dell’artiglieria e dal movimento incontrollato di pesanti camion militari”, ha scritto Tkachenko su Telegram.

Il ministro ha osservato che dal 2014 la Federazione Russa viola sistematicamente il diritto internazionale umanitario e le convenzioni internazionali sulla protezione del patrimonio culturale, in particolare nella penisola di Crimea.

De Ficchy Giovanni

Rispondi