Solidarietà i romani si mobilitano

0
10
Donazione di beni di prima necessità

Cibo, medicine e generi di prima necessità. I romani si mobilitano per il popolo ucraino

Alla chiesa di Santa Sofia in Via Boccea 478, coordinata da padre Marco Semehen , molte persone hanno risposto con generosità ed hanno donato tanti alimenti in scatola, caffè, zucchero, fette biscottate e medicine, generi di prima necessità .

Una lunga fila di auto si è recata nella Chiesa ortodossa , per portare questi aiuti, rispondendo con generosità all’appello per la raccolta, tante persone in fila per aiutare chi in questo momento ha più bisogno.

I primi aiuti sono già in viaggio per l’ucraina nei pullman partiti ieri sera.

Anche l’associazione Salvamamme

Associazione Salvabebè – Salvamamme con l’Associazione Rumeni in Italia, per la raccolta di generi di prima necessità a favore dei profughi dall’Ucraina.

La richiesta è di alimenti a lunga conservazione e a lunga scadenza e non deperibili, capi invernali nuovi o in perfette condizioni (tra cui giacconi pesanti, coperte), prodotti per l’igiene per bambini (pannolini, bagnoschiuma) e per gli adulti (pannoloni), biancheria nuova personale (mutande, calzettoni, pigiami, asciugamani), coperte e lenzuola, abbigliamento invernale (sciarpe, maglioni, cappotti, piumoni, vestiario, scarpe pesanti), che devono essere nuovi o comunque in perfette condiziono e imbustati singolarmente.

Una bella dimostrazione di solidarietà da parte del popolo romano

De Ficchy Giovanni

Rispondi