La Cina si trova ora in una posizione molto scomoda

1
3

Le ripercussioni della crisi e il possibile conflitto tra Ucraina e Russia andranno ben oltre i confini tra i due Paesi, anche nella regione dell’Europa orientale. Lo ha riconosciuto l’ambasciatore degli Stati Uniti all’ONU, Linda Thomas-Greenfield , in un incontro con i giornalisti europei questo martedì, un giorno dopo “l’inizio dell’invasione” della Russia in Ucraina, come ha descritto l’amministrazione Biden all’incursione di truppe decise da Vladimir Putin.

“Sono preoccupato che altri paesi che potrebbero avere ambizioni territoriali rispetto ai loro vicini possano percepire che se non rispondiamo in modo aggressivo a questa azione dei russi, c’è una porta aperta. Non c’è una porta aperta “, ha assicurato Thomas-Greenfield alle domande della stampa, citando paesi come Lituania, Lettonia e Moldova.

Alla domanda specifica se questo potrebbe creare un precedente , su Taiwan, l’ambasciatore ha risposto che “è una situazione diversa”. Nel 1979, gli Stati Uniti hanno approvato la legge sulle relazioni con Taiwan, che lascia la porta aperta all’intervento degli Stati Uniti in caso di aggressione militare da parte della Cina.

“Le sanzioni sono forti e avranno un impatto sull’economia russa in un modo che i russi non hanno mai sperimentato “, ha aggiunto Thomas-Greenfield. “E penso che altri paesi che supportano la Russia, come la Cina, staranno a guardare cosa succede se questo si trasforma in un conflitto militare in Europa e l’impatto ricadrà anche su di loro”.

posizione difficile

Pechino ha cercato di non interrompere il suo buon rapporto con la Russia, assicurato a inizio mese con un contratto per importare gas russo per trent’anni attraverso un nuovo gasdotto. Ma, allo stesso tempo, ha sempre difeso nei forum internazionali il fermo rispetto della sovranità e dell’integrità territoriale dei paesi. “I russi hanno messo la Cina in una posizione molto difficile”, ha detto Thomas-Greenfield della violazione della sovranità dell’Ucraina a seguito delle decisioni di Putin questa settimana. “Mi chiedo se saranno in grado di spiegare questa contraddizione se continueranno ad allinearsi con la Russia”.

Questa posizione scomoda è stata chiarita lunedì alla riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, richiesta dall’Ucraina. Mentre la maggioranza dei paesi membri ha condannato le azioni della Russia, l’Ucraina ha promesso di difendere “ogni centimetro del Paese” e la Russia ha giustificato le sue decisioni con l’interventismo occidentale nella regione , l’ambasciatore cinese ha tenuto un discorso di poco più di un minuto in cui ha fatto solo appello a ” tutte le parti” per avanzare nella de-escalation.

Thomas-Greenfield ha assicurato che il messaggio degli Stati Uniti alla Cina è di “trasferire cautela alla Russia e incoraggiarla a tornare al tavolo dei negoziati”.

L’ambasciatore Usa ha difeso che l'”unità” mostrata dalla comunità internazionale sulla sua aggressione contro l’Ucraina ha “sorpreso” la Russia. “Stanno ottenendo una risposta che non si aspettavano “, ha detto. “Le loro azioni hanno unificato l’Europa, hanno unificato la NATO e hanno sentito ad alta voce dalla comunità internazionale e dal Segretario generale delle Nazioni Unite che le azioni che stanno intraprendendo sono un affronto alla Carta delle Nazioni Unite”.

Non rinunciare alla diplomazia

Nonostante questo martedì si sia saputo che il previsto incontro tra il Segretario di Stato americano, Antony Blinken, e il suo omologo russo, Sergei Lavrov, era stato annullato per volontà degli Stati Uniti – e ogni speranza di un incontro imminente era perso tra Joe Biden e Vladimir Putin-, l’ambasciatore ha difeso che gli Usa ” non si arrendono diplomaticamente ” e spera che la Russia torni alle trattative prima di provocare un conflitto con migliaia di morti. “Il popolo russo deve chiedere al presidente Putin , quante vite russe è disposto a sacrificare..”

La tabella di marcia per gli Stati Uniti, secondo il suo ambasciatore, dipenderà dalle azioni della Russia. “Come ha detto il presidente mercoledì, questo è l’inizio di un’invasione .

 E le sanzioni imposte sono l’inizio delle nostre sanzioni”, ha detto delle misure annunciate martedì da Biden, che includono il blocco finanziario di due grandi banche e diversi oligarchi vicini a Putin, nonché la chiusura dell’accesso ai mercati del governo russo Debito occidentale. “Se i russi continuano ad aumentare, anche le nostre sanzioni aumenteranno”

De Ficchy Giovanni

1 COMMENT

  1. A cosa serve una guerra di potere se ci sono bombe atomiche?chi, come e quando ,si puo’ vincere su di una altra nazione?cosa si raccoglie?morte..territori inquinati?state’ a casa vostra e pensate a proteggere economicamente i vosti cittadini…date un futuro ai figli,nipoti….non serve la guerra…oggi si muore di piu’ e senza eroismi….gareggiate economicamente .cosi rimmarrai nella storia..il ricordo ti rende immortale.se hai fatto del bene,.–putin-…non la guerra;…questa ti fara’ maledire in eterno..da tutti i popi della terra.

Rispondi