Trudot ha mostrato il suo vero volto

0
5

Il tiranno di sinistra al nord

Il primo ministro canadese Justin Trudeau incarna tutti i peggiori elementi della sinistra.

Questi blocchi sono illegali”, ha dichiarato Trudeau il Giovane,

E pensiamo che il nostro leader di sinistra sia un perdente.

Il presidente Joe Biden  un pony soldato bugiardo con la faccia da cane, ed è  in preda al declino cognitivo, ma almeno può puntare verso nord e affermare : “Potrebbe andare peggio. Potrei essere Justin… ehm, uh… il ragazzo che gestisce quell’outfit lassù.

In effetti, Trudeau sarebbe un leader completamente dimenticabile se non si rendesse così spregevolmente indimenticabile.

 Come il nostro Nate Jackson ha detto ;  all’inizio di questa settimana, la progenie del ragazzo del pigiama di Pierre Trudeau ha fatto ricorso allo strumento preferito dei tiranni ovunque: i poteri di emergenza. “Questi blocchi sono illegali”, ha dichiarato Trudeau il Giovane, “e se stai ancora partecipando, è ora di tornare a casa”.

Al che i camionisti amanti della libertà hanno gentilmente risposto: Pound Alberta tar sand.

Oh, come sono caduti i volubili. È passato poco più di un anno fa quando Trudeau ha ritenuto opportuno intromettersi negli affari interni di una nazione dall’altra parte del mondo, una nazione che all’epoca era afflitta dal suo piccolo episodio di truculenza dei camionisti.

Come Osserva Not the Bee , gli agricoltori indiani stavano pacificamente bloccando le strade intorno a Nuova Delhi quando Trudeau dichiarò: “Il Canada difenderà sempre il diritto alla protesta pacifica e ai diritti umani in qualsiasi parte del mondo, e siamo lieti di vedere mosse verso la de- escalation e dialogo”.

Capito? Trudeau “difenderà sempre il diritto alla protesta pacifica”

A meno che il suo stesso bue muschiato non venga incornato, nel qual caso si tratta direttamente dell’Emergencies Act, mai utilizzato prima, che afferma dubbiosamente “è necessario per rafforzare i principi, i valori e le istituzioni che mantengono liberi tutti i canadesi”.

Perché nulla dice “principi” e “valori” e mantenere “tutti i canadesi liberi” come confiscare il carburante diesel dei manifestanti; come arrestare uomini anziani che si degnano di sostenerli; come non denunciare la feroce sinistra che usa i suoi veicoli per investire i manifestanti.

No, niente dice “libertà” come congelare i conti bancari di persone che sono legate a questa protesta innegabilmente pacifica e doxing, tutto tranne che annunciando una stagione aperta sulla violenza politica nei loro confronti. Prendi lo Stella Luna Gelato Café di Ottawa, il cui proprietario ha fatto una donazione di $ 250 ai manifestanti. 

Come osserva il comitato editoriale del Wall Street Journal : “Quando questo è diventato pubblico, i chiamanti hanno minacciato di lanciare mattoni attraverso la vetrina del suo negozio. Ha ordinato la chiusura del negozio. 

Martedì ha ritrattato il suo sostegno ai camionisti al quotidiano Ottawa Citizen”.

La sinistra chiede sempre a gran voce la “trasparenza dei donatori“, ed è proprio per questo: vogliono poter liberare le loro camicie marroni per terrorizzare i donatori le cui cause non sono d’accordo. Questo è ciò che fanno la sinistra. 

È così che rotolano. 

Qualcuno ricorda il CEO di Mozilla Brendan Eich, il brillante imprenditore che nel 2008 ha donato per caso a una causa che ha sostenuto il matrimonio tradizionale? Quella donazione lo raggiunse sei anni dopo e costrinse le sue dimissioni. Questo è ciò che la trasparenza dei donatori significa per quelli di destra.

Non sorprende che la Leftmedia si sia unita per fare il lavoro sporco di Trudeau. Come continuano i redattori del Journal:

“Le principali testate giornalistiche in Canada, Stati Uniti e Regno Unito stanno contattando i donatori [Freedom Convoy], chiedendo loro di giustificare i loro contributi.

 Molti donatori sentono la pressione di ritrattare o desistere da un’ulteriore espressione finanziaria delle loro opinioni. Per molti giornalisti, questo è senza dubbio l’obiettivo”. 

Infine, non abbiamo sentito molto da Trudeau in termini di “de-escalation e dialogo”, ma abbiamo sentito molto da lui su svastiche e simili. Sembra che l’ultimo rifugio di un mascalzone di sinistra sia la carta “nazista”, che i democratici negli Stati Uniti tendono a tenere infilate nelle maniche, e che Trudeau ha giocato mercoledì contro un parlamentare ebreo che ha avuto l’ardire di criticare la sua gestione dei camionisti ‘ protesta: “I membri del Partito conservatore possono stare con le persone che agitano le svastiche. Possono stare con le persone che sventolano la bandiera confederata”, ha detto.

Immagina: un capo di stato che accusa una donna ebrea – e la nipote di sopravvissuti all’Olocausto – di essere un accolito nazista.

 Che disgrazia.

tradotto e redatto

da Giovanni De Ficchy

Rispondi