LA ZAZZERA IN CRISI

LONDON, ENGLAND – OCTOBER 23: Prime Minister Boris Johnson leaves 10 Downing Street for PMQ’s on

Sotto Indagine Interna

Il famoso “Party Gate”, sta creando molti problemi al Premier britannico, si tratta di festicciole tenute durante il lock down a Downing Street 10 , a cui Lui stesso ha partecipato mentre tutta la Gran Bretagna era confinata in casa dietro suo stesso ordine.

Boris Johnson si è dato molto da fare per cercare di restituire credibilità al suo governo ed evitare, la crisi ,ha fatto capire a tutti di non avere nessuna intenzione di dimettersi, si è mostrato deciso a non voler rinunciare al governo.

Ha detto di non avere nessuna intenzione di dimettersi e di voler aspettare la pubblicazione dell’esito dell’indagine per intero, si è mostrato deciso a non voler rinunciare al governo.

Inchiesta di Scotland Yard

C’è anche una inchiesta di Scotland Yard , che potrebbe costargli cara, ed annuncia che non faranno sconti, ma al massimo rischia una multa di qualche centinaio di sterline.

A Rischio sostituzione

Dopo lo scandalo sulle feste in lockdown, nel Partito conservatore si discute della sua sostituzione,

Secondo le regole dei Conservatori britannici per rimpiazzare il capo del partito serve la richiesta formale, espressa con una lettera, del 15 per cento dei parlamentari del partito (in questo caso 54 persone). A quel punto devono essere organizzate nuove elezioni interne.

Finora il Premier è riuscito a tener testa all’opposizione che alla camera ha stigmatizzato il suo comportamento , stando ad un ultimo sondaggio più del 60% degli intervistati pensano che dovrebbe dimettersi.

De Ficchy Giovanni

Rispondi