Sono i mandati vaccinali, stupido

I camionisti ribelli di Ottawa ei genitori arrabbiati che hanno interrotto le riunioni del consiglio scolastico in Virginia non sono insurrezionisti. Sono combattenti per la libertà.

Non sono le maschere contro le quali quei camionisti canadesi ribelli sono contrari.

Non sono nemmeno i vaccini COVID o i booster uno, due e tre.

I camionisti (che secondo quanto riferito sono al 90 per cento vaxxati) e milioni di cittadini che la pensano allo stesso modo nelle democrazie del Nord America e dell’Europa che stanno bloccando le autostrade e marciando per le strade stanno protestando contro i mandati.

Alla fine si sono sollevati con rabbia dopo due anni in cui sono stati costretti dai loro governi e burocrati della salute pubblica flip-flop a indossare maschere all’interno e all’esterno, anche quando non aveva senso scientifico, medico o comune.

I politici di Blue State e il loro glee club dei media liberali non possono – o non vogliono – far passare i loro crani spessi, autoritari e partigiani che essere contro i mandati è diverso dall’essere contro maschere o vaccini.

I Democratici hanno passato l’ultimo anno a picchiare e umiliare chiunque si opponesse ai mandati di maschere o vaccini, diffamandoli come insurrezionisti, terroristi e anti-vaxxer.

Peggio ancora, li hanno accusati di essere tutti elettori di Trump.

Ma i camionisti ribelli di Ottawa ei genitori arrabbiati che hanno sconvolto la tradizionale atmosfera da obitorio delle riunioni del consiglio scolastico in Virginia non sono insurrezionisti.

Sono combattenti per la libertà.

Molti di loro sono gli stessi “lavoratori essenziali” che sono rimasti al lavoro durante il primo anno della pandemia e hanno impedito alla nostra economia paralizzata dal governo di andare completamente in malora.

I camionisti, i poliziotti, gli operatori sanitari e molti altri sensati americani vaccinati e non vaccinati del paese sopraelevato che stanno protestando non appartengono alla classe dei laptop.

Non possono lavorare da casa in pigiama da due anni. In milioni di casi non sono stati in grado di lavorare affatto.

Non c’è da stupirsi che la frustrazione e la rabbia dei lavoratori per le vaccinazioni forzate sia esplosa nelle strade.

Tutto ciò che i nostri politici e i loro esperti di salute pubblica ci hanno fatto o ci hanno detto di fare per “appiattire la curva” o sconfiggere il virus non ha funzionato.

Non il mascheramento, non il distanziamento sociale, non il lavaggio delle mani. Non i blocchi. Non la chiusura della scuola. Non il test di massa.

Il nuovo e avanzato vaccino che ci era stato promesso avrebbe salvato l’umanità dall’estinzione e riportato le nostre vite alla normalità entro lo scorso autunno si è rivelato un fallimento e un pericolo.

I vaccini non solo non ti proteggono dal contrarre il virus o trasmetterlo, i dati mostrano che una percentuale molto piccola di persone che vengono vaccinate ha avuto gravi reazioni avverse.

Nessuna di queste limitazioni dei vaccini è nuova.

Sappiamo da molto tempo che le maschere sono praticamente inutili contro il COVID e che i vaccini non sono il colpo miracoloso che il dottor Fauci e la banda di Biden le hanno costruite per essere.

Anche i Democratici e i loro pappagalli nei media ora si rendono conto che è ora di arrendersi alla fallita guerra al covid, ma non è perché la scienza o i dati sono cambiati.

È perché la politica del COVID è cambiata, nell’ultima settimana.

I democratici negli Stati blu ora si stanno scontrando l’uno con l’altro chiedendo la fine dei mandati delle maschere perché si rendono conto che la maggioranza degli americani ne ha abbastanza della fallita campagna Fauci-Biden.

È tempo di condurre la politica COVID sensata che avremmo dovuto condurre in primo luogo: concentrarci sull’aiutare i vulnerabili e lasciare che il resto di noi andasse avanti con le nostre vite.

Ciò significa che i bambini sotto i 15 anni non dovrebbero essere costretti a essere vaccinati, mascherati, usati come cavie mediche o autorizzati a essere oggetti di scena politici in servizi fotografici per falsi come Stacy Abrams.

In altre parole, noi americani abbiamo sofferto abbastanza. Niente più mandati di alcun tipo. Meglio ancora, “Andiamo mandati”.

De Ficchy Giovanni

Rispondi