Roma è vietato aiutare i senzatetto

0
37
Senza tetto in strada

Ero nudo e mi avete vestito, ero affamato e mi avete sfamato ero in prigione e mi siete venuti a trovare,” dentro di me echeggiavano queste parole che in definitiva riassumono tutto il messaggio del Messia, l’essenza della fede, per me il resto sono tutte parole.

Quando nella  stazione di Roma Termini dei volontari intenti a dare cibo ai clochard, sono stati allontanati dai Carabinieri, mi è mancata la terra sotto i piedi, “restrizioni sempre più severe caratterizzano i luoghi pubblici” .

Allora mi domando stiamo perdendo la Nostra essenza ? stiamo dimenticando di essere umani ?

Questa paura che vogliono immettere nella società, c’è un notevole cambiamento nell’atteggiamento delle istituzioni verso i deboli, verso chi è meno fortunato .

Oggi le stazioni , come altri punti di incontro somigliano sempre più a centri commerciali, è chiaro che i poveri danno fastidio, secondo il mio punto di vista in ogni caso “impedire” ai volontari di distribuire pasti ai senzatetto è disumano, e il decoro non si salvaguarda in questo modo.

Capisco che vi sono “interessi di tipo commerciale” da difendere , ma in un inverno freddo , caratterizzato da una economia gelida, non è giusto che il gelo entri anche nelle Nostre coscienze.

De Ficchy Giovanni

Rispondi