Ostia picchiata perché rifiuta il burqa e il matrimonio combinato

Una ragazza del Bangladesh di 14 anni di età , che si sente romana a tutti gli effetti, abitando da tempo ad Ostia ,sogna di studiare medicina e diventare chirurgo, ma la sua famiglia vuole farla sposare in Bangladesh.

Un matrimonio combinato, e la ragazza che non vuole subiva da parte dei familiari minacce e offese fino ad arrivare alle percosse da parte del fratello.

La ragazza che non sopportava più i maltrattamenti in famiglia nel mese di novembre dello scorso anno si era già rivolta ai carabinieri ed aveva denunciato i “maltrattamenti in famiglia”

 Lì ha raccontato la sua verità. Secondo quando riferito ai militari, l’oppressione domestica sarebbe andata avanti per mesi. 

Oggi i carabinieri di Ostia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicazione alla persona offesa, emessa dal tribunale di Roma su richiesta della locale procura, nei confronti del padre e della madre

Violenza su ragazza islamica

Naturalmente come ripetiamo sempre, i due genitori indagati sono da ritenersi presunti innocenti, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

De Ficchy Giovanni

Rispondi