OSTIA ARRESTO PER ESTORSIONE

A FINIRE IN MANETTE ROBERTO DE SANTIS E E PAOLO PAPAGNI, DOPO INDAGINI CHE SONO DURATE DIVERSI MESI

I carabinieri del Gruppo di Ostia, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia presso la Procura della Repubblica di Roma, due persone sono state arrestate l’accusa è estorsione in concorso aggravata dall’utilizzo del metodo mafioso. , avrebbero richiesto ad un imprenditore 500.000 euro di tangenti per la “protezione”  nell’ambito di un appalto per la realizzazione di un complesso residenziale ad Ostia.

Roberto De Santis, era stato condannato in via definitiva per la gambizzazione del boss Vito Triassi, avvenuta 15 anni fa a Casal Palocco, per il quale ha già scontato la condanna.

L’imprenditore ha denunciato il tentativo di estorsione , le indagini, sono partite dopo la denuncia della vittima.

Per intimidire e convincere l’imprenditore a pagare, De Santis si è vantato di essere l’autore della gambizzazione ai danni di Triassi. 

la Procura Di Roma spiega che gli accertamenti «hanno consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza in ordine alla commissione di una tentata estorsione, con le modalità tipiche delle organizzazioni criminale mafiose, nei confronti di un imprenditore, impegnato in un progetto per la realizzazione di un complesso residenziale sul territorio lidense. La richiesta, giustificata a fini di asserita protezione, è stata avanzata per l’ammontare complessivo di 500mila euro da versare in cinque rate».

De Ficchy Giovanni

Rispondi