La straordinaria acquisizione di Bidens da parte della Cina

Secondo un nuovo libro, i funzionari dell’intelligence cinese comunista hanno pagato circa 31 milioni di dollari a Joe Biden e alla sua famiglia.

“Ora si tratta di bugie molto pubbliche e molto enfatiche”, ha scritto l’autore, un ex segretario di gabinetto. “Viole di fiducia. La sovversione della verità. La possibilità di reato penale. E quindi oggi ci troviamo di fronte alla domanda identica che abbiamo affrontato una generazione fa: questo presidente – è un presidente – al di sopra della legge?”

L’autore ha concluso che c’è un tempo e un luogo per la rabbia: “Anche durante i momenti di benessere e benessere, c’è un momento appropriato per la rabbia per le cose giuste e con la persona giusta. Ai nostri tempi, la cosa è la corruzione, la persona è il presidente. Queste non sono cose piacevoli, ma sono estremamente importanti”.

Non stava parlando di Joe Biden, però. L’autore, William Bennett, parlava di Bill Clinton nel bel mezzo dell’affare Monica Lewinsky più di due decenni fa. Il titolo del suo libro? La morte dell’oltraggio .

L’oltraggio sembra essere morto in questi giorni, almeno tra coloro che più dovrebbero provarlo. Come potremmo sentirci noi conservatori se si scoprisse che il nostro presidente, il portabandiera del nostro partito, ha ricevuto circa 31 milioni di dollari dal nostro principale nemico geopolitico e la più grande minaccia che dobbiamo affrontare per lo stile di vita americano? Perché a quanto pare è ciò che Joe Biden e la sua famiglia hanno ricevuto negli ultimi anni dai cinesi comunisti — e lo hanno ricevuto, come dice l’autore Peter Schweizer, “da individui che sono legati ai più alti livelli dell’intelligence cinese” e “per nessun motivo”. attività commerciali apparentemente legittime”.

Schweizer, un giornalista investigativo noto per il suo libro Clinton Cash , ha presentato l’accusa durante un’intervista domenica allo spettacolo “Life, Liberty & Levin” di Fox News e ha fornito ulteriori dettagli nel , Red-Handed: How American Elites Get Rich Aiutare la Cina a vincere .

Libro di Peter Schweizer

“Non ho dubbi” , Sweizer dice , “che [i Biden] siano stati presi di mira dai cinesi e, per la mia vita, questo non ha precedenti. Non conosco un periodo nella storia americana in cui la prima famiglia americana abbia avuto questo tipo di legame finanziario con un servizio di intelligence straniero, in particolare un servizio di intelligence straniero che vuole sconfiggere gli Stati Uniti nella competizione globale”.

Non sorprende che il figlio perdigiorno di Biden, Hunter, sia al centro di tutto. Secondo quanto riferito, le informazioni di Schweizer provengono da e-mail raccolte dal famigerato laptop Hunter Biden. Sai, quello che ha abbandonato in un’officina nel Delaware; quello i cui contenuti erano, secondo tutti quegli schifosi hacker dell’intelligence democratica dello stato profondo e i loro compagni di viaggio a Politico, un prodotto della “disinformazione Russa” 

In una delle email di Hunter, in cui si riferisce a un ricco uomo d’affari cinese il cui contatto chiave era il viceministro per la sicurezza dello Stato del Partito Comunista Cinese, scrive: “Non credo più alla lotteria, ma credo nel Superpresidente. “

Per quanto ne sappiamo, non c’è stata alcuna confutazione da parte di Joe Biden o dei suoi difensori a queste gravissime accuse di spaccio di influenza. Quindi, ancora una volta, dov’è l’oltraggio?

Se, come previsto, i repubblicani riprenderanno la Camera dei rappresentanti alle elezioni di medio termine di novembre, sembrerebbe che Joe Biden ei suoi rapporti con i cinesi comunisti debbano subire una seria supervisione del Congresso. La Costituzione, dopo tutto, considera la corruzione uno degli “alti crimini e delitti” dei reati impeachable.

O solo Donald Trump è incriminabile in questi giorni?

Tradotto e Redatto da Giovanni De Ficchy

Rispondi