caos

Nella filosofia greca il Caos è il ventre da cui nasce il tutto ,in questo caso è il mondo della politica che entra in un marasma senza via d’uscita.

Gli Italiani sono un popolo che è capace di tutto e di più, ma questa volta la realtà ha superato l’immaginazione.

Caos

Siamo stati capaci di fare tre Governi senza eleggere nessuno dei partecipanti e creando uno squilibrio impressionante tra gli eletti in parlamento e le reali situazioni politiche di un paese che la pandemia e la totale insipienza di chi dovrebbe essere la classe dirigente delle singole organizzazioni politiche , ha creato.

Draghi continua a essere il solo che sia capace di reggere il timone di questa barca alla deriva, e lo sanno anche gli altri paesi ,e a lui innalzano alti peana.

E ora con la pandemia che ride malignamente di sottecchi alla nostra incapacità di eliminarla, con migliaia di lavoratori che hanno perso il lavoro o che lo stanno per perdere, con lo stillicidio inumano delle morti bianche sul lavoro, che non si riesce a fermare, siamo arrivati all’elezione del Presidente della Repubblica.

Sarebbe ,forse ,giunta l’ ora d cominciare a pensare di modificare la Costituzione e portare la nostra Italietta, ad una repubblica presidenziale alla Francese, e quindi modificare una legge elettorale che ha ampiamento dimostrato l’ordito frusto e consunto di una tela non più in grado di dare garanzie di stabilità politica e di dare, dopo le elezioni, un Governo stabile e in grado di governare senza scossoni e giravolte e senza ricorrere al “tecnico” di turno che sia il salvatore della Patria anche se poi si rileva solo uno strumento di altri poteri.

Chiunque sia il nuovo Presidente , mi auguro e vi auguro che sia persona degna e capace di svolgere un compito che nell’attuale Costituzione gli appartiene, ma mi auguro, anche che sia l’ultimo Presidente di una Repubblica che si deve svecchiare e che ci guidi ad un nuovo cammino costituzionale ma, perchè questo avvenga è necessaria la lungimiranza dei partiti e comunque , credo , che per dignità e per correttezza è arrivata l’ora di andare a votare per eleggere, finalmente ,i nostri rappresentanti in Parlamento.

Il Caos primigenio, l’alba del nuovo mondo.

Dario Miccheli

Rispondi