Case Popolari A Roma

Roma Sera Giornale ha intervistato tra gli altri , Augusto Caratelli presidente dello storico comitato difesa Esquilino-Monti-Castro Pretorio.

la fotografia che ne esce è impietosa,

Dai tempi di Nerone a Roma c’è “fame di alloggi” , una situazione endemica ,

almeno 11mila persone in graduatoria e in attesa da molti anni, una «guerra tra poveri»

mossa dalla disperazione e dalle organizzazioni criminali , in migliaia costretti a vivere nelle centinaia di occupazioni sparse in tutta Roma.

Ci sono zone come Testaccio, Villaggio Breda , Cinecittà est, Don Bosco, Magliana, dove un appartamento di edilizia popolare su tre è occupato abusivamente.

Compravendite delle case popolari, a 10 o 20mila euro, assolutamente illegittime ma di cui tutti sanno e tutti tacciono. 

Ma il Comune di Roma, o anche la Regione Lazio con l’Ater , esattamente che cosa fanno?

Alloggi Popolari

Dai tempi del sindaco Ignazio Marino che si parla di una riorganizzazione degli uffici del dipartimento al Patrimonio della Capitale, nel periodo appena trascorso della sindaca Virginia Raggi , la situazione si è ” aggravata” ,eppure aveva basato la sua campagna elettorale sul tema della trasparenza e del rapporto con i cittadini, ma in realtà in più di cinque anni , non è stato mai effettuato un censimento catastale e anagrafico ; Figlie “trasformate” in mogli e viceversa, situazioni reddituali non caricate, decessi ignorati.

Per Caratelli infatti deve essere effettuato un reale censimento degli affittuari, mettendo in campo una squadra di vigili e funzionari , una “task force” , e un piano di assegnazione a chi ne ha realmente diritto .

CASE POPOLARI A ROMA

DANNO PER L’ERARIO

Il Campidoglio, (amministrazione Raggi), invece di capire bene le singole posizioni debitorie e poi muoversi per il recupero, ha di fatto ignorato l’entità , Non solo, ma pur non avendo certezza del debito, né tanto meno della riscossione dello stesso, ha inserito la cifra a Bilancio comunale, Affitti in morosità che come detto, non sono stati neanche conteggiati.

Sgombero Molto difficile , molto spesso in questi alloggi vi sono persone appartenenti alla categoria dei deboli, degli ultimi , inoltre non vi è reale volontà poiché molto spesso queste persone sono portatori di voti.

De Ficchy Giovanni

 

Rispondi