FOBOS

di DARIO MICCHELI

Nell’antichità la paura era come un dio immanente, una presenza costante da accogliere, battere, da
superare per innalzarsi al rango di eroi.
Nella psicologia, le fobie, o paure irrazionali e non giustificabili da fattori concludenti e reali, sono
sintomatologie di problemi psichiatrici associabili a varie forme di patologie.
Oppure, come in questo caso, sono l’arma vincente per rendere i soggetti, dipendenti dal potere
che vuole dominare in quel periodo storico , come avvenne con il “terrore” per la Francia, o per la
Germania nazista ,o il comunismo Russo .
Ma sarà meglio chiarire, la pandemia ha colpito duramente l’Italia e in questi ultimi due anni ha
mietuto una quantità di morti impressionanti e va’ combattuta con i vaccini, ma si è innescata, nella
confusione generale, politica e scientifica, una sorta di necessità di adoperare fobos, come
deterrente per prevenire i veri problemi che la pandemia ci ha lasciato, che sono quelli economici .
All’inizio la politica e la scienza non sapevano cosa fare per arginare il mostro che aveva davanti, ma
ora, tra i vaccini e gli stanziamenti della C. E. , dobbiamo trovare il modo di fermare la miseria che è
caduta e cade sulle famiglie del nostro Paese.
Il Governo, malgrado gli sforzi non riesce ad arginare le tante chiusure e non riaperture che si sono
verificate nel terziario e nel commercio per non parlare delle delocalizzazioni, che malgrado gli
incentivi predisposti, continuano ad esportare le industrie in altri paesi con minore tassazione e
minore contrattazione economica, rendendo sempre più precaria l’esistenza degli, ormai ex
lavoratori.
La paura è e sarà sempre l’arma del potere per rendere soggiogati le popolazioni al volere dei signori
della finanza e dei poteri forti politici e morali.
Dobbiamo innescare un meccanismo virtuoso che svegli le coscienze e porti i nostri governanti a fare
scelte per rendere vivibile il futuro dei cittadini.
L’arma vincente è il voto e l’indicazione di un nuovo equilibrio politico, l’occasione potrebbe arrivare
presto, a partire dall’elezione del Presidente della Repubblica che potrebbe far romper l’equilibrio
politico esistente tra i partiti della coalizione.
Già, fobos, la paura che risvegli la coscienza di chi ci governa, per paura di perdere il “posto di
lavoro”, per paura che gli Italiani, trovino un nuovo modo di farsi governare.

fOBOS

Rispondi