IL Movimento Comitato Cittadini di Roma

0
2

Di Giovanni De Ficchy

Comincia il tour informativo di

Roma Sera Giornale

MOVIMENTO COMITATO CITTADINI

IL COORDINAMENTO HA COME OBIETTIVO IL RIPRISTINO DELLA LEGALITA’ NEI RIONI E QUARTIERI DI ROMA. IN PARTICOLARE VUOLE AFFRONTARE TEMI COME L’ABUSIVISMO COMMERCIALE, IL DEGRADO, L’ ILLEGALITA’ DIFFUSE, L’IMMIGRAZIONE INCONTROLLATA, LE TASSE, I TRASPORTI, LA CONTRAFFAZIONE, I TEMI ETICI E RELIGIOSI

ROMA SERA GIORNALE

ha intervistato Augusto Caratelli, Consulente portavoce del Coordinamento,

approfondendo in particolare il problema delle occupazioni abusive e dell’abusivismo commerciale, quale è lo stato delle cose a Roma riguardo all’abusivismo commerciale ?

Ovviamente dipende dalle zone di Roma, conosco meglio la realtà del Centro storico, dove molte attività sono camuffate , da altre attività , ossia l’ingrosso ad esempio è vietato, ma viene effettuato ugualmente come fosse al dettaglio, all’Esquilino viene svolto ugualmente la compravendita avviene di fatto all’Esquilino , ma la consegna avviene in seguito in uno dei molti magazzini situati, nelle arterie periferiche, Casilina e Prenestina per esempio , molto spesso si tratta di magazzini clandestini, che ospitano prodotti contraffatti e personale non in regola .

Le Occupazioni abusive, abbiamo più di cento occupazioni tutte in mano a gestioni che fanno riferimento ad organizzazioni di sinistra, la Romanina, Via Collatina, Via Prenestina, Via Santa Croce in Gerusalemme all’Esquilino , anche un ex albergo molto grande sulla Prenestina, ci risultano presenti tra le mille e le milleduecento persone, strutture prevalentemente costituiti da centri sociali, dove trovano rifugio immigrati e diseredati, vengono rilasciate anche residenze, si vedono cassette postali con i cognomi, mi sembra assurdo che in una occupazione abusiva si possano ottenere le residenze !!! vengono rilasciate residenze a Via Modesta Valenti, che è una strada inesistente !!

Chi ha rilasciato queste residenze ?

La tua domanda è provocatoria , ma pertinente..

Per ottenere l’iscrizione anagrafica, i “senza fissa dimora” possono così, ormai da anni, recarsi al Servizio Sociale del municipio presso cui abitualmente si trovano e ricevere aiuto dalle amministrazioni pubbliche e dalle associazioni di volontari.

Ottenere la residenza consentirà loro di ricevere assistenza sociale, il rilascio dei documenti, l’iscrizione alle liste di collocamento, l’assegnazione di prestazioni economiche, la richiesta di cittadinanza, la patente di guida, l’assegnazione di alloggio popolare, l’iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale e molto altro.

“Via Modesta Valenti” è un indirizzo fittizio, ma come tutte le vie, racconta la storia di una persona realmente esistita: quella di una donna, una “senza tetto” morta nel 1983, alla stazione Termini.

per molti a Roma i documenti di identità portano questo indirizzo, cosa facilmente verificabile, basta una ricerca su internet , si possono trovare queste quattro vie con quattro cap diversi

Quante altre strade ed organizzazioni laiche e religiose hanno queste residenze fittizie ?

Al Gianicolo c’è ne una , una sta al Centro….vicino al capolinea dell’otto .

Il portavoce e Presidente dello storico comitato Esquilino Monti Augusto Caratelli

Ho visto che è appena stato pubblicato un libro che parla del comitato a pag, 121 fino a 134,

che mi dici ?

Non l’ho ancora letto, ci risentiremo appena fatto , anche per approfondire altri temi che riguardano il degrado della Capitale

Ti ringrazio Augusto a presto

De Ficchy Giovanni

Web Reporter

Rispondi