Pensioni Fumata Nera

di Ettore Lembo

Tutto pianificato?
L’abbandono, di qualche giorno fa, dal tavolo con i sindacati premier ,che sembrava fortemente infastidito, non ha certamente lasciato perplesso nessuno.
Forse qualcuno, ad eccezione del “popolo”, come è ovvio, sapevano già cosa sarebbe accaduto?
Sembra uno strano gioco, per bambini….
O ci arrivate, o vi ci porto, ma solo dove voglio io.
Così, Draghi chiude la manovra…. In men che non si dica…. Rispettando la Sua agenda che vuole 22 riforme entro l’anno.
Poco importa se…

Draghi abbandona per un impegno. Dopo aver convocato i sindacati per discutere la manovra sulle pensioni, una nota di Palazzo Chigi afferma: “Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha lasciato l’incontro con i sindacati sulla manovra convocato questo pomeriggio a Palazzo Chigi per un impegno. Il confronto che prosegue ora con i ministri Renato Brunetta, Daniele Franco e Andrea Orlando riprenderà comunque domani per “approfondire alcuni aspetti specifici”. Chissà quale impegno, o forse il non esporsi, non avendo la discussione presa la piega voluta.Del resto le tensioni Draghi/Sindacato devono fare riflettere, non a caso al termine dopo due ore di incontro, si registrano queste dichiarazioni: Bombardieri: ‘L’incontro con il governo non è andato bene’. Landini: ‘Senza risposte valuteremo mobilitazioni’. Sbarra: ‘Risorse largamente insufficienti’. Si preannuncia un duro braccio di ferro tra governo e sindacati non indifferente, dopo le cessioni che i sindacati nel tempo hanno fatto ad i governi degli ultimi anni, forse dimenticando il loro ruolo che ha visto sempre più disaffezione dei loro iscritti. Minacce di manifestazioni? Chissà… Intanto una battuta di arresto della corsa di Draghi registrata non direttamente, ma attraverso i suoi ministri Brunetta, Orlando e Franco…Si riproporrà la riforma Fornero riveduta e corretta? Lo scopriremo solo vivendo…


Ettore Lembo

Rispondi